Hot Topics

Il Porto di Palermo cresce in controtendenza

Il Presidente Cannatella e il Comandante della Norwegian: scambio dei crest per il maiden callIl Presidente Cannatella e il Comandante della Norwegian: scambio dei crest per il maiden call

Di Germano Scargiali

Continua a godere di buona salute – nonostante i noti “guai” relativi al molo Vittorio Veneto – il Porto di Palermo. L’attività – e per primo il traffico – dello scalo maggiore di Palermo centro e di quello più commerciale di Termini Imerese continua, infatti, a crescere in controtendenza e non risente della stagnazione europea (e dello stato di prostrazione cittadino), ottenendo attestazioni ufficiali nel settore anche a livello internazionale. Cresce anzitutto il traffico crocieristico, ma anche quello Ro-pax e Ro-Ro. Di recente anche la Grimaldi Lines (nota anche come Grimaldi di Napoli) ha annunciato l’incremento verso Palermo e Termini Imerese delle proprie linee.

Lo storico molo Vittorio Veneto, che resta il più grande e frequentato del porto palermitano (ospitando anche la stazione marittima), è stato oggetto di due successivi sequestri da parte del Tribunale di Palermo, ad ottobre 2015 e a Febbraio 2016, eseguiti dalla stessa Capitaneria di porto…

Palermoparla ha rilevato una intempestività nei provvedimenti, poiché i lavori relativi alla stabilità dei banchinamenti, che presentavano vuoti sommersi dovuti all’erosione e al tempo, era in corso: già completato il lavoro della Ditta Trevi sul lato sud e in corso era il restauro della stazione marittima, che andava per tempi lunghi per motivi relativi alla ditta appaltatrice.

Risulta, frattanto, bonificata la zona dove fuorusciva – all’insaputa dei palermitani – il vecchio torrente-cloaca di Passo di Rigano, situazione che era stata denunciata solo da Palermoparla (cartaceo) con 2 pagine di foto e un articolo.

E’ stata anche inaugurata in questo mese di maggio 2016, dal presidente dell’Autorità portuale di Palermo, Vincenzo Cannatella, e dal segretario generale, Renato Coroneo, la rotatoria del Molo Santa Lucia. L’anello a senso unico che si sviluppa intorno a uno spartitraffico di forma circolare è stato realizzato puntando anche sull’aspetto estetico, e sull’impatto visivo. La rotonda, infatti, è stata abbellita con un tocco di sicilianità: anfore di terracotta colorata e onde azzurre di ceramica, poggiate su ghiaia, arieggiano al fondo del Mediterraneo, le pale di fichidindia anticipano i noti paesaggi isolani. Autrice dell’installazione l’artista Sonja Geraci, esecuzione lavori dell’Edilgara srl, direttore dei lavori il geometra Nino Martorana.

“Si tratta – ha detto Cannatella – di un primo passo per rendere più accogliente l’arredo portuale. Diamo il benvenuto ai turisti che sbarcano a Palermo, d parte del porto e dei cittadini”.

Frattanto è stata di recente celebrata a bordo della Carnival Vista la cerimonia del maiden call, cioè la presentazione dello scalo inaugurale nel porto di Palermo, con scambio di crest tra il comandante Rocco Lubrano, il presidente dell’Autorità portuale di Palermo Cannatella con il segretario generale Coroneo, e il capitano di vascello Raffaele Macauda, comandante in seconda della Capitaneria di porto.

Analoga cerimonia si era svolta a bordo della Norwegian Epic, definita come “terza nave più grande del mondo”. Ovviamente “passeggeri”.

Carnival Vista, che era – a propria volta – in navigazione per il viaggio inaugurale,  è una nave da crociera, costruita presso il cantiere navale Fincantieri di Monfalcone per la compagnia di navigazione americana Carnival Cruise Lines, entrata in servizio lo scorso primo maggio. Come tradizione, essendo la nave più moderna, la Carnival Vista ha assunto il ruolo di ammiraglia della flotta, scalzando Carnival Breeze, “nata” nel 2012. E’ la nave più grande mai costruita dalla compagnia e la più innovativa, dotata di avanzate tecnologie per la sicurezza e il rispetto ambientale, è lunga 323 metri, ha 133.500 tonnellate di stazza lorda e dispone di 1.968 cabine e può arrivare a trasportare 4.980 crocieristi.

Per questo viaggio inaugurale la nave ha registrato il tutto esaurito, avendo imbarcato a Trieste oltre i 1.450 membri dell’equipaggio, 4.047 passeggeri ospitati nelle 1.968 cabine di varie categorie, comprese le nuove Havana Cabanas di ispirazione tropicale con veranda privata, patio e amaca.

Be the first to comment on "Il Porto di Palermo cresce in controtendenza"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*