Hot Topics

Cottarelli mission impossible neo Tom Cruise

Possibili ministri: tutti tecnici, nessun eletto, tutti 'apolitici'... Alla presidenza  avevan fatto dire 10 volte "non lo faccio più"... Se "ce la fanno", diverranno, anche perché passeranno alla storia come "ministri per un giorno". Promettono addirittura che, terminato il governo a tempo, non si presenteranno alle tanto attese elezioni. Sì, sarà detto governo politico, anche se di politico ha ben poco, anzi nulla.Possibili ministri: tutti tecnici, nessun eletto, tutti 'apolitici'... Alla presidenza avevan fatto dire 10 volte "non lo faccio più"... Se "ce la fanno", diverranno, anche perché passeranno alla storia come "ministri per un giorno". Promettono addirittura che, terminato il governo a tempo, non si presenteranno alle tanto attese elezioni. Sì, sarà detto governo politico, anche se di politico ha ben poco, anzi nulla.

Ha un senso la “mission impossible” di Carlo Cottarelli, il nuovo Carneade chiamato al capezzale dell’Italia e del suo governo? Adesso, Cottarelli cerca il Pd e Forza Italia per …partire. Al contrario di Francesco Totti, non ha i numeri… Però somiglia a T. Cruise, se non altro per il suo ruolo: missione impossibile! Ci riuscirà come il piccolo (alto non è) grande divo dello schermo? E chi lo sa? E’ sportivo, sembra uscito da un western all’italiana, dice che ci vorrebbe più cultura. Piace a Berlusconi, ma altri dicono: sarà peggio di Monti. Fornero, Padoan. Ma ce ne vorrebbe…

Carlo brutto non è. Somigli a Raoul Gardini, re dello zucchero dopo adeguato matrimonio e re del Moro (A.C.). Sarà il più bello se ce la fa...

Carlo brutto non è. Somiglia a Raoul Gardini, re dello zucchero dopo adeguato matrimonio e re del Moro (A.C.). Sarà il più bello,d’ottimo italian style se ce la fa…

Sergio Mattarella ha fatto scattare il “piano b”. Lo aveva in tasca e ha tirato fuori  Mister Spending Review, lo chiamano così. Al momento l’incarico è suo. Un onore? Così lo aveva definito Giuseppe Conte; si vedeva già a Palazzo Chigi, poi si risvegliò dal sogno…

Mattarella ha anticipato i tempi per evitare che le Borse avessero il tempo di aprire in ribasso a causa dell’incertezza… Arriva l’economista del Fmi e conta sull’appoggio di Pd e Fi, ma senza M5s e Lega difficilmente potrà ottenere la fiducia: resterà comunque in carica fino alle elezioni… Quando? Domani se non avrà, com’è probabile, i voti in parlamento. Fino ad ora un governo dev’essere approvato dalla grande doppia (sic!) assemblea: sono i rappresentanti del popolo, perché tutti là dentro – anche per lo spazio –  non ci potremmo stare…

M che cosa e chi ha spinto Mattarella a mosse che scoprono carte che avrebbero avuto miglior gioco restando coperte, magari in eterno? Già perché il momento è “piuttosto rivelatorio”. Perché certamente il Presidente, per sua esperienza e cultura sapeva benissimo di mettere i piedi sui carboni ardenti…

Casaleggio era brutto e diceva pure stronzate. Pace, comunque, all'anima sua. Non esiste scelta che non abbia un colore, purtroppo. Forse.

Casaleggio era brutto e diceva pure stronzate. Pace, comunque, all’anima sua. Non esiste scelta che non abbia un colore, purtroppo. Forse. Le idee, poi, sono proprio “colorate” geneticamente: nascono dalla mente umana sull’onda ineliminabile della fantasia, della fese, degli umori…

Esaminata a freddo descriviamo la situazione in questi termini: siamo davanti ad un fallimento della democrazia. Questa avrebbe selezionato personaggi non all’altezza del ruolo. Lasceremo l’Italia in mano a Di Maio e Salvini? L’amata Penisola, con tutti i suoi limiti e difetti, resta una cosa seria: è uno degli stati più importanti del mondo per mille motivi…

L’avevamo scritto subito sul nostro “piccolo” Palermoparla online…

Per quanto sembri evidente che “i massimi pupari” abbiano tutta l’intenzione di lasciare il mondo (a partire dall’occidente) del tutto alla deriva: “…tanto peggio tanto meglio” per oscuri motivi (ma noi ci buttiamo spesso una luce) le navi – che dico – gli stati devono restare a galla in qualche modo…

“Li guideranno da dietro” è la ridondante espressione dei pupari. E’ il loro mestiere, del resto… Ma come dar loro in mano anche un pochino i “telefoni rossi”? E se viene loro in mente di far qualcosa con la propria testa?

Siamo, dunque, davanti a un nuovo visibile un fallimento della democrazia, lo dicevamo all’inizio, ed è chiaro: il voto seleziona gente incapace, boccia il nucleare, si preoccupa di 400 ulivi in un paese dove ce n’è 400 milioni e dice no ad un provvido metanodotto che i olivi ne può far nascere 400 mila e tanto altro… Né potrebbe essere diversamente: per avere un po’ di cultura moderna – data la qualità dell’insegnamento a scuola – occorre una laurea e un corso post laurea, possibilmente all’estero…

L’informazione è ingessata, sclerotica, telegrafica quando dovrebbe parlare, prolissa quando dice parole, parole, parole… I migliori “columnist” sfoggiano una cultura men che liceale…

Anche Padoan sarebbe stato meglio lontano da ogni carica di governo, ma ...ce l'ha fatta con grave danno.

Anche Padoan sarebbe stato meglio lontano da ogni carica di governo, ma …ce l’ha fatta con grave danno.

Quegli italiani” che votano tutti stanno già soffrendo per i mali del Quirinale, di Palazzo Chigi, di Montecitorio, ma soprattutto perché dovranno sospendere la loro preferita attività estiva: mostra’ le chiappe chiare …ar mare. Le mostreranno al Campidoglio a Roma? Al Teatro Massimo a Palermo? Beh, qui basterà fare in salto indietro da Mondello o spostare un po’ l’ora della “discesa” e poi, la sera, essere di nuovo in gelateria, sempre lì, dove non si mostrano le chiappe, semmai qualche gamba accavallata: le belle donne, viva sempre le belle donne e che bei tempi quando fummo le colonne dell’università…

Ma quanti resteranno, invece, lì dove piace trascorrere il mese di agosto, all’insegna del più romanesco: magnamo, bevemo, sciampagnamo che domani qualche santo provvederà?

Appena dopo aver ricevuto sul Colle separatamente Luigi Di Maio e Matteo Salvini, e ancor prima che i corazzieri potessero accogliere per l’ultima volta l’ex premier incaricato Giuseppe Conte – già spiritualmente precipitato nel pozzo dell’oblio da cui un secchio impietoso l’aveva tirato come dal cappello a cilindro – il Presidente della Repubblica aveva già avvisato Carlo Cottarelli che il perno del suo “piano b” sarebbe stato proprio lui.

Il sistema sostiutisce, ancora una volta, al risultato democratico il dictat del “potere”. E’ così! Doveva esserlo? Il metodo è smaccatamente massonico: con lo stile del “fatto compiuto” si fa quello che non si potrebbe fare. E’ contra legem, ma anche contro umanità e buon senso. Meritocrazia, democrazia hanno un senso, sono traguardi ed hanno un prezzo. Si può spiegare anche a chi ha meno della licenza elementare… Ma che conta? Che cale? Vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole e più non dimandare. Lo disse Dante, vi assistiamo spesso: troppo spesso nella vita di relazione…

Ma ora fanno tutti un po’ di tenerezza: Berlusconi, il capolista dei “golpizzati”, Renzi, quello che andò per rottamare e fu rottamato, Di Maio e Salvini che volevano fare il Capo del Governo, Conte che disse alla mamma: “…figurati che mi saluta il corazziere!” e adesso Cottarelli che sembra Giovanna d’Arco, Norma o Ifigenia che salgono verso il patibolo: “Casta inceste”, dice Lucrezzio di fronte al Sacrificio di Ifigenia. Povera “Casta” diva, imita il libretto in mano a V. Bellini…

Anche Padoan Mattarella nell'occhio del ciclone.Non lo colpevoiizzate troppo: neanche lui ha il diritto di pensare, evidentemente. Ma dall'empeachment dovrebbe avere un certificato di garazia...

Mattarella nell’occhio del ciclone.Non lo colpevolizzate troppo: neanche lui ha il diritto di pensare, evidentemente. Ma per 100 motivi contro l’empeachment è da ritenere abbia un certificato di assicurazione…

Ma fa tenerezza anche lui, il presidente, signorile, misurato, colto. Vagli a dire che è peggiore dei cinque o sei che l’hanno preceduto, quelli che  ricordiamo… Impossibile, anche perché erano proprio giù… Ma giù di tutto.

C’è qualcosa che non funziona, qualcosa di marcio non solo in Danimarca, ma in Italia e nel Mondo. Gatta, di certo, ci cova…

Scaramacai

Be the first to comment on "Cottarelli mission impossible neo Tom Cruise"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*