Hot Topics

Kitesurf: quanto mi costi

Lo stagnone di Marsala campo ideale (vento sì, mare no)  ospita scuole di kite ed è meta di appassionati da ogni parte...Lo stagnone di Marsala campo ideale (vento sì, mare no) ospita scuole di kite ed è meta di appassionati da ogni parte...

Sostanzialmente per fare kitesurf è necessario avere un kite (letteralmente aquilone in inglese), un trapezio, una barra, una tavola per kitesurf, una muta per proteggersi e per non prendere eccessivo freddo durante lo sport oltre che naturalmente un buon casco per proteggersi da rischi e pericoli di questo affascinante sport acquatico.

Sempre allo Stagnone: una surfista, probabilmente straniera, dimostra che non è questione di "forza"...

Sempre allo Stagnone: una surfista, probabilmente straniera, dimostra che non è questione di “forza”…

Ovviamente è importante, come ben saprà chi ha già fatto almeno un primo corso di kitesurf, che assieme al kite sia presente altra attrezzatura come la barra, le linee del kite, i leash e la pompa per gonfiare l’aquilone.

I prezzi per l’attrezzatura di kitesurf si aggirano quindi dai 900 ai 2000 euro e possono variare a seconda della qualità, dei brand, dei modelli e delle esigenze di chi ne decide l’acquisto.

La vela (aquilone)

Costa da 200 a 2.000 euro. Tutto dipende dal  materiale con cui una vela viene fatta. In massima parte da fibre plastiche; è ovvio che i kite specie nelle parti gonfiabili, sono stati trattati per essere incredibilmente resistenti a ogni tipo di pressione o colpo ricevuto. Se prendiamo come esempio un luogo dove l’intensità del vento media varia dai 10 ai 20 nodi e considerando un peso dai 75 agli 85 kg. La misura del kite da prendere in considerazione è un 12.0 mt quadri. Se il peso corporeo  supera gli 85 Kg possiamo anche pensare di acquistare un kite di 13/14 mt quadri.

La tavola

La tavola ha un prezzo anch’esso variabile, a seconda del tipo di aspettativa che si ha in merito al proprio andamento: esistono più modelli di tavole per kitesurf, anche da principianti, che possono costare dai 200 ai 400 euro circa, ma anche tavole incredibilmente più costose e dalle prestazioni incredibili.

Il trapezio

Meno di 200 euro. Il trapezio è uno strumento fondamentale per fare kitesurf ed è importante avere un modello che non abbia difetti, specie riguardanti la sicurezza. I trapezi sono la parte dell’attrezzatura da kitesurf che nonostante il costo non troppo elevato mantiene i propri standard di qualitativi anche dopo molto tempo e che pertanto possono essere acquistati usati con tranquillità oppure si può decidere di spendere un po di più se si è certi della propria intenzione di continuare a praticare il kitesurf in quanto manterrà le proprie prestazioni nel tempo e vi fornirà un soddisfazione maggiore.

La muta

La muta per il kitesurf è un prodotto importante in quanto sebbene in alcune occasioni non sia una parte dell’attrezzatura fondamentale: ci protegge da eventuali danni e lesioni del corpo oltre che riscaldarci e permetterci di fare kitesurf anche nelle condizioni più “fredde”. Il costo della muta per il kitesurf non è molto elevato e anche qui parliamo di circa 70 – 300 euro a seconda del modello che si decide di acquistare.

La barra

La barra è una delle attrezzature fondamentali per fare kitesurf in quanto senza la barra, correttamente collegata al kite e al trapezio, è assolutamente impossibile fare kitesurf. La barra per kitesurf è una parte dell’attrezzatura caratterizzata da un costo altalenante in quanto facilmente variabile in merito alle prestazioni che ciascuna barra può fornire. È molto importante prendere in considerazionel’acquisto di una barra per fare kitesurf che abbia mantenuto tutti gli standard di sicurezza necessari a praticare questo sport senza rischi.

Il casco

Andare in kitesurf non è qualcosa che possiamo fare in condizioni meteo sfavorevoli in quanto si tratta di uno sport estremo con allegati rischi e pericoli di entità rilevante. Proprio per questi rischi, che caratterizzano quel brio selvaggio che fa tanto amare il kitesurf, è necessario anzitutto non acquistare attrezzatura per kitesurf se non si è stati istruiti durante un corso, inoltre utilizzare il casco e la muta oltre che tutti gli strumenti di sicurezza in allegato all’attrezzatura per il kitesurf.

Gli impact vests

Circa 100 euro. Fare le cose in sicurezza col kitesurf è una necessità e per adoperare il proprio kite in sicurezza oltre che ampia preparazione tecnica significa anche prevenire i rischi e gli incidenti. Una delle attrezzature che permettono di ridurre gli effetti di eventuali incidenti di volo è sicuramente l’impact vest; quest’ultima è una sorta di giubbetto protettivo aggiuntivo che si va a indossare durante le uscite in kite per evitare il rischio di farsi gravi ferite o comunque male in generale andando a impattare dopo un impreviso. Gli impact vest possono essere molto utili e non vanno presi sottogamba quando si parla di attrezzatura per il kitesurf in quanto possono fare la differenza, assieme ai caschi, tra un kitesurfista incidentato vivo e uno meno fortunato. Fortunatmente gli impact vests non costano molto e reperirli su internet a prezzi non eccessivi è abbastanza semplice.

Floating vests e i giubbotti salvagente specifici

Abbiamo appena finito di parlare di impact vests spiegando che avere delle protezioni può fare la differenza in caso di incidenti gravi e ricordando di non sottovalutare la sicurezza quando si fa kitesurf; oltre al rischio di incidenti a terra però esistono anche tanti altri problemi che possono susseguirsi come l’intreccio di più kite in acqua alta, oppure la necessità di sganciarsi da un kite in overpower e in off-shore, o ancora l’assenza di vento in una situazione in cui si è molto lontani dalla riva e si rimane da soli in acque profonde senza assistenza. Queste situazioni non vanno mai sottovalutate ma vanno affrontate in maniera logica e consapevole; fortunatamente anche a fronte di questo tipo di rischi l’attrezzatura per il kitesurf ha delle risposte con cui assistere lo sportivo, come i giubbotti salvagente studiati apposta per i kitesurfisti.

I PREZZI DI UN CORSO KITESURFING

In linea di massima un corso per principianti di 3 ore costa 150 euro, fino ad arrivare al corso per principianti pro di 12 ore dal costo di circa 700 euro.

Tra le più recenti novità nel settore Kitesurfing c’è il piantone da kite (pinna foil) del costo di circa 800 euro.”Speedster GT Combo” è rivolto ai più esperti. Le nuove ali offrono al foil rider medio un aumento della velocità di circa 5 nodi, che si traduce in un incremento del 20-25 percento per la gran parte degli utilizzatori. Inoltre, è semplice e intuitivo da usare e rappresenta lo strumento ottimale per imparare a eseguire virate e strambate. Il diedro negativo dell’ala frontale (incurvamento verso il basso) contribuisce anche a mantenerne le estremità distanti dalla superficie dell’acqua in andatura di bolina a velocità sostenuta o nelle curve più difficili. In questo modo, si evita la ventilazione dovuta a un eccessivo avvicinamento delle estremità dell’ala alla superficie dell’acqua.

Il KITESURF E’ OLIMPICO

La notizia che tutti attendevano da tempo finalmente è arrivata, dal sito della Federvela arriva il comunicato ufficiale, il kitesurf sarà presente alle olimpiadi di Parigi nel 2024. Dubbi e timori relativi alla possibilità di effettuare regate e di passare le boe sono stati fugati dall’esperienza diretta…

(Era inevitabile che i tecnici della tradizione torcessero il naso: non è “vela”, come non lo è il windsurf. Si pensi che non c’è il timone, simbolo delle regate più ancora della stessa vela… Ma tutto si evolve e la vela si è di recente arricchita di altre “diavolerie”, come le terrazze degli “skiff” e più ancora i foyl, le pinnette “biforcute” che consentono anche ai cat di Coppa America di sollevarsi dall’acqua. Ndr)

PARIGI 2024: ARRIVA IL KITE, CONFERMATO IL WINDSURF, IL 470 SARA’ MISTO

Da Londra, dove si sta tenendo il Mid-Year Meeting di World Sailing, arrivano decisioni sugli eventi olimpici di Parigi 2024.

Il consiglio federale di World Sailing ha votato la proposta 22/18 che conferma il Windusurf, la deriva in doppio (presumibilmente 470) in equipaggio uomo-donna e salva il singolo pesante (presumibilmente Finn) combinato ad una deriva da scegliere per le donne. La grande novità è che entra il Kiteboarding con un evento da definire che impegnerà uomini e donne.

Le altre classi di recente acquisizione non erano sotto revisione e restano invariate, incluse attrezzature e stazza. Quindi Laser Standard e Radial, 49er, FX e Nacra 17. Queste decisioni dovranno essere ratificate da World Sailing all’Annual Meeting di novembre 2018.

Franco La Valva

(Le foto da internet sono di David Ingiosi)

Impaginazione di Germano Scargiali

Be the first to comment on "Kitesurf: quanto mi costi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*