Hot Topics

Palermo senza maschera: fuga di gas e il “ciaffico” blocca tutto!

Traffico bloccato negli anelli della circonvallazione. Vivere e soprattutto  lavorare a Palermo è impossibileTraffico bloccato negli anelli della circonvallazione. Vivere e soprattutto lavorare a Palermo è impossibile

Quel “macello” del 14 agosto: una fuga di gas e un pioggia imprevista bloccano per un intero pomeriggio Palermo. Un pomeriggio difficile e nevralgico d’agosto alla vigila delle vacanze… Alla città cade l’ultima maschera. Palermo conferma tutti suoi limiti urbanistici. E’ asfittica e invivibile, priva di un minimo di percorsi alternativi…

Accingersi alle ferie diventa improvvisamente un’impresa, ma peggio è il non poter svolgere correttamente alcuna libera attività perché le vie sono impercorribili, interdette per vari motivi al transito o strette e ingorgate…

La medesima amministrazione oggi in carica ha bloccato nelle passate legislature la sopraelevata della circonvallazione già in cantiere e la pedemontana che stava per essere realizzata dalla Provincia Regionale ancora attiva…  Poi, nel corso di questa stessa legislatura, la bretella autostradale dal porto alla via Belgio, che una ditta privata, sollecitata dall’autorità portuale, era ed è pronta a realizzare in project financing… Si sarebbe pagato un piccolo pedaggio, ma i camionisti dei Tir e gli automobilisti di passaggio ne sarebbero stati felici. Altrettanto utile sarebbe stato decongestionare le vie Monte Pellegrino e Imperatore Federico, viale del fante, via De Gasperi, via Ausonia e via Belgio…

Il Comune ha detto no o è rimasto inerte, lasciando inevasa la pratica relativa, a dispetto delle sollecitazioni dell’Autorità Portale…

La storica battuta del film Jhonny Stecchino. Il più vergognoso problema di Palermo? Il ciaffico! Sta quasi per diventare vero...

La famosa battuta in Johnny Stecchino. Il più vergognoso problema di Palermo? Il ciaffico! Sarà,ormai, vero?

La città muore con le strade chiuse o per le Ztl senza parcheggi limitrofi o per i cantieri sempre aperti destinati ad opere mal programmate e peggio progettate…

Saracinesche chiuse con erbacce ovunque, svendite per fine attività sono la regola. Palermo continua a morire governata da una giunta incapace e fuori della realtà nella quale qualcuno sogna persino, vaneggiando letteralmente, un porto degno di Hong Kong a mare di un centro urbano insufficiente già a se stesso…

Scaramacai

 

Una immagine non inusuale quella di apertura: l’avevamo già pubblicata…

Be the first to comment on "Palermo senza maschera: fuga di gas e il “ciaffico” blocca tutto!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*