Hot Topics

La Sicilia ce la fa: sì ai “fondi per le periferie”, lifting per le zone dimenticate

L'onorevole Tommaso Calderone, deputato di F.I. a Palermo, è particolarmente attento alle attività produttive.L'onorevole Tommaso Calderone, deputato di F.I. a Palermo, è particolarmente attento alle attività produttive.

Salvi i fondi previsti per le “periferie”, uno dei “vanti” dell’amministrazione Musumeci, recentemente messi in dubbio se non inficiati dai …veti incrociati a Roma.

A seguito dell’accordo tra l’Anci e il Governo nazionale, saranno, infatti, sbloccati e spalmati in più annualità, i Fondi previsti dal Bando Periferie, destinati ai Comuni ammessi a finanziamento.

Piena soddisfazione ha subito espresso il Deputato regionale di Forza Italia, on.le Tommaso Calderone, che in prima persona si è battuto e fatto promotore di un’azione congiunta che ha coinvolto molteplici comuni messinesi, per protestare a Roma contro i tagli  previsti dal Decreto Milleproroghe. Questi avevano incluso questo provvedimento più che opportuno provocando grave delusione e scoramento… Calderone ci ha inviato in proposito un suo tempestivo comunicato che fa luce sull’accaduto.

“Battaglia vinta – ha esclamato subito Calderone –  adesso riqualifichiamo il nostro territorio. Si tratta di un passo rilevante, che permetterà l’accesso a 1 miliardo e 600 milioni complessivi, per tutti i Comuni beneficiari”.

“Un battaglia vinta che sento anche mia – continua il Parlamentare – e che permetterà di riqualificare i nostri tessuti comunali, i quali necessitano di sostanziali interventi di bonifica”.

“Sono certo – conclude Calderone – che le attività imprenditoriali che nasceranno, faranno da volano per l’economia isolana, creando nuova occupazione e migliorando la qualità dei residenti. Faccio appello a tutta la classe dirigenziale, affinché possa cogliere in pieno il valore di questa opportunità e ottenere risultati duraturi nel tempo”.

(Commento e impaginazione di Germano Scargiali da comunicato ufficiale)

Be the first to comment on "La Sicilia ce la fa: sì ai “fondi per le periferie”, lifting per le zone dimenticate"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*