Hot Topics

I Rosanero campioni d’inverno guardano già alla A

Tutti attorno all'oriundo uruguagio (tornato italiano) César Falletti e al macedone Aleksandar Trajkovski,  autori di un'azione da manuale: è il gol che vale la vittoria contro il Cittadella e consolida il titolo d'inverno. E' sempre un gran buon auspicio...Tutti attorno all'oriundo uruguagio (tornato italiano) César Falletti e al macedone Aleksandar Trajkovski, autori di un'azione da manuale: è il gol che vale la vittoria contro il Cittadella e consolida il titolo d'inverno. E' sempre un gran buon auspicio...

Torna il grande Palermo della serie B, pronto a ricucirsi addosso i galloni del massimo campionato… I rosanero, con un contropiede “amministrato” magistralmente da Trajkovski e concluso da César Falletti espugna il Tombolato, lo stadio del Cittadella e si laurea Campione d’inverno. Il “gol vittoria” per gli uomini di Stellone giunge al 51’ di gioco e i rosa volano a quota 37 in classifica in una posizione che lo vede abbastanza sicuro in vista del girone di ritorno…

Il Palermo regge alle bordate dei padroni di casa e dimostra che certi patemi – i troppi pareggi – possono diventare non più che un ricordo….

Bisogna riconoscere, infatti, che il Cittadella si era battuto con tutte le forze e senza timori reverenziali, conducendo la partita all’attacco come si conviene alla squadra di casa. Prima del gol l’undici allenato da Venturato era stato scoraggiato da due pali “beccati” in meno dimezzo minuto e da una serie di imprecisioni nelle conclusioni,mentre anche Pomini, il guardapali rosa, era dovuto intervenire, salvandosi anche di piede.  

Nella ripresa, però, non è trascorso troppo tempo quando si è sviluppata la bella azione del Palermo, condotta con tecnica e vigore atletico da Trajkovski, che ha dato a Falletti la palla vincente. Molto bello il suo tiro carico d’effetto: imparabile per Paleari.

Aleksandar Trajkovski non ha fatto rimpiangere Nestorovski. Foto Mike Palazzotto

Aleksandar Trajkovski non ha fatto rimpiangere Nestorovski: adesso il Palermo attende di riaverli insieme in campo… Foto Mike Palazzotto

Palermo 37, Brescia e Pescara 32, formano la terna di testa. Per i rosanero si può ormai parlare di una piccola fuga… Il Pescara, frattanto, ha vinto 4-2 in casa della Salernitana, mentre il Brescia si è accontentato di un 1-1 a Benevento…

Nell’ultimo match del 2018, valido anche per la diciannovesima giornata di Serie B, i rosanero sono scesi sul campo del Cittadella, ottenendo, dunque, tre punti importantissimi per consolidare il primo posto grazie alla rete dell’uruguagio, naturalizzato italiano, César Falletti. Un successo che premia la splendida prima parte della stagione, al termine della quale gli uomini di Roberto Stellone hanno ottenuto 10 vittorie, 7 pareggi e soltanto una sconfitta, guadagnando i cinque punti di vantaggio su Pescara e Brescia secondi alla pari in classifica.

Un momento della partita: in azione il terzino del Palermo Alessandro Salvi.

Un momento della partita: in azione il terzino del Palermo Alessandro Salvi.

Al termine della gara, Roberto Stellone, il tecnico del club palermitano, intervenuto in zona mista, ha rilasciato alcune dichiarazioni…

“Abbiamo fatto e stiamo facendo bene, ora – ha commentato Stellone – ci riposeremo e, quando i ragazzi ritorneranno, penseremo ad affrontare nel migliore dei modi il nuovo anno. Saremo già al giorno 8 gennaio. Abbiamo una squadra forte e, da quando sono arrivato, ho visto massimo impegno e spirito di sacrificio da parte di tutti. E’ la prima vittoria che otteniamo senza meritarla in pieno. Un po’ di fortuna non guasta, ma tutte le altre le abbiamo meritate sul campo. Quando vinci queste partite, nonostante la giornata no, è un buon segno. I giocatori oggi hanno reso meno rispetto alle loro qualità. I nostri giocatori meritano il campionato che stiamo facendo, anche se la stagione è ancora lunga e la B nasconde sempre delle insidie. Quindi l’imperativo è …pedalare”

“Campione d’inverno? – Si è poi chiesto Stellone, che nella sua carriera ha già portato il Frosinone dalla C1 fino alla serie A – Un plafond, perché abbiamo centrato 13 risultati utili consecutivi e la squadra, oltre a presentarsi in campo e fuori compatta e organizzata, ha anche la miglior difesa. Abbiamo anche uno dei migliori attacchi, quindi le carte in regola per continuare a condurre il campionato, se non commetteremo errori o disattenzioni…”.

(Testo raccolto e commentato da Germano Scargiali)

Il Tabellino

Cittadella-Palermo 0-1 (primo tempo 0-0)
 
Marcatore: 51′ Falletti
 
Cittadella (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Adorni, Drudi, Benedetti; Settembrini, Iori, Branca (66′ Malcore); Siega (80′ Bussaglia); Finotto, Panico (65′ Proia). All. Venturato.

Palermo (4-3-2-1): Pomini; Salvi, Pirrello, Bellusci, Szyminski; Murawski (87′ Fiordilino), Jajalo, Chochev (75′ Haas); Falletti (81′ Puscas), Trajkovski; Moreo. All. Stellone.
 
Arbitro: Gianluca Aureliano di Bologna
 
Ammoniti: 37′ Adorni (C), 54′ Benedetti (C), 83′ Trajkovski (P), 90 +3′ Fiordilino (P)

 

 

 

 

Be the first to comment on "I Rosanero campioni d’inverno guardano già alla A"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*