Hot Topics

Al via “Quota cento” per correggere una norma sbagliata

pensioni10

Era ovvio che, difronte all’evoluzione del mondo moderno, le paure per la pensione andassero ridimensionate…

Secondo logica, nulla andrà peggio in futuro rispetto al passato, in un mondo che “cresce per natura”… Ci si lamenta, infatti, se la crescita rallenta, ma la decrescita non rientra nella logica del sistema, né nella logica della storia…

E’ avvenuto prima del previsto e la norma su “quota cento” parla chiaro: macchina indietro delle istituzioni rispetto al temuto diniego ai giovani di andare ragionevolmente in pensione…

È online, da oggi (1 febbraio 2019), sul sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la circolare di attuazione del decreto legge 28 gennaio 2019 n.4, per la cosiddetta “quota 100” e tutte le altre forme di trattamento di pensione anticipata.

La circolare riporta nel dettaglio i requisiti necessari e le indicazioni operative per aderire alle varie forme di pensionamento anticipato. La domanda potrà essere presentata on line dal 4 al 28 febbraio prossimi attraverso il sistema Polis.

In effetti il ministro Matteo Salvini aveva fatto sapere che il decreto legge con quota 100 sarebbe stato definito nei …primi giorni di gennaio. Il meccanismo di quota 100 come noto permette di andare in pensione anticipata con il seguente requisito…

62 anni di età e 38 di contribuzione (somma 100), anticipando i 67 anni di età fissati dalla pensione di vecchiaia. L’uscita in anticipo dal mondo del lavoro non comporta penalizzazioni sull’assegno pensionistico, ma la pensione sarà inferiore visto che si sommeranno meno anni di contribuzione.
I primi pensionati con quota 100 incasseranno l’assegno con le finestre che si apriranno dal mese di aprile. Maturato il requisito di quota 100 la pensione verrà erogata dopo tre mesi. Attenzione: si potrebbe slittare sino a sei mesi se le domande per il pensionamento dovessero essere superiori alle previsioni.
Per di dipendenti pubblici la finestra di quota 100, come noto, è comunque a sei mesi e dunque il primo assegno di pensione anticipata arriverà dunque un semestre dopo il raggiungimento di quota 100.
Quota 100 pensioni ha subito un taglio al fondo di 2,7 miliardi. Per il 2019 la dotazione finanziaria sarà di 3,9 miliardi, mentre nel 2020 ci saranno ulteriori 1,3 miliardi e altri 1,7 miliardi nel 2021. La tendenza, però, va verso un miglioramento generale dell norme pensionistiche rispetto ai rigori – certamente eccessivi – della Fornero ed ai timnori dei giovani che si avviavano all’impiego.

Be the first to comment on "Al via “Quota cento” per correggere una norma sbagliata"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*