Hot Topics

Addio caro Fred Bongusto se ne va un’epoca dolce…

Fred Bongusto: ecco un accostamento di due suoi tipici atteggiamenti. Nella prima foto interpreta i gusti degli ultimi anni 60: il tempo dei mini pull e dei colori  pastello.Fred Bongusto: ecco un accostamento di due suoi tipici atteggiamenti. Nella prima foto interpreta i gusti degli ultimi anni 60: il tempo dei mini pull e dei colori pastello.

Spaghetti, pollo, insalatina e una tazzina di caffè, invece ti ricordi che appetito insieme a te a Detroit“: come dimenticare questi versi e la musichetta – difficile, perciò sempre accattivante – da “premio simpatia”? Scompare uno dei cantautori più amati degli anni degli anni del boom, della sorpresa, del benessere…

È morto a 84 anni Fred Bongusto, amatissimo artista italiano che aveva compiuto 84 anni lo scorso 6 aprile. Il cantante era famoso per aver portato al successo il brano “Una rotonda sul mare“, musicato e scritto da Aldo Valleroni, Pietro Faleni e Franco Migliacci. Stando a quanto scrive l’Agi il cantante è morto alle 3.30 circa della notte e i funerali saranno celebrati a Roma lunedì 11 novembre alle 15 nella Basilica di Santa Maria in Montesanto (Chiesa degli artisti), piazza del Popolo.

Vogliamo ricordarlo così

Vogliamo ricordarlo così. Eccolo in una delle sue immagini più note. Fece moda: un tipo da imitare, discutibile, ma generalmente amato anche in virtù della sua arte…

Negli anni 60 – 80 del secolo scorso Fred Bongusto era sinonimo di Bossa nova un ballo alla moda -allora – in tutto il mondo, specie fra Americhe ed Europa. La Bossa nova è una derivazione del samba (Samba cantao),venuto anch’esso dal Brasile. Bongusto era “gettonato” dalle ragazze  dei tempi. Una “fiamma” di chi scrive – occhi verdi, un po’ più navigata del solito e anche un po’mitomane – mi disse: “sai che forse riusciamo a far venire Fred Bongusto a casa nostra ad insegnarci la bossa nova? Ti invito…”

Bongusto era una colonna dei “cantanti confidenziali” e dei cosiddetti “cantanti da night“, una razza che sembra eclissarsi da qualche tempo. Un vero peccato…

Ecco in dettaglio quel che si sa della sua vita.

Fred Bongusto, pseudonimo di Alfredo Antonio Carlo Buongusto (Campobasso 6 aprile 1935 – 8 novembre 2019) , è stato un cantante, cantautore e compositore. Dotato di una voce calda e sensuale, il campobassano Bongusto fu molto popolare negli anni ’60 e ’70. La sua figura rimanda a quella del crooner nella scena anglo-americana, di cui Frank Sinatra è l’esempio più celebre. Era amico di Peppino di Capri e assimilabile ad uno stile (quello appunto confidenziale da night) che può essere considerato intramontabile e che viene riproposto in ambienti particolari anche oggi. Bongusto era accostato a Fred Buscaglione, Marino Marini, Teddy Reno, altre “voci da night“. Si pensi al Buscaglione di Guarda che luna. Cantava pure in napoletano: A nnammurata mia, O cielo ce manna sti ‘ccose, Tu non ‘e a chiagnere, Napoli c’est finì. Il suo secondo successo è probabilmente Balliamo, ma come dimenticare Amore fermati.

Dagli anni Settanta è stato anche autore di colonne sonore di film, soprattutto nel genere della commedia all’italiana: L’appartamento di Billy Wilder e di successi come Malaga, Spaghetti a Detroit, Amore fermati..

Una rotonda sul mare” la sua più celebre creazione di cantautore, è stata usata da noi in modo proverbiale: con le difficoltà odierne di “aprire” ristoranti e dancing sul mare, quell’ambientazione consacrata da Fred Bongusto sembra rientrare fra le “specie in estinzione” della realtà sociale. Ma pochi se ne curano rispetto a quanto avviene per le balene  e i panda. Condividiamo le preoccupazioni e le cure destinate al genere animale,purché venga posticipato alle attenzioni verso il genere umano…

Germano Scargiali

 

Nota

Lo stile di canto dei crooner (letteralmente sussurratori) nasce negli Stati Uniti dopo l’avvento del microfono. La tradizione canora precedente imponeva al cantante un’impostazione di voce stentorea e squillante, tale che il canto potesse giungere in modo chiaro fino alle ultime file dei teatri… L’utilizzo del microfono rese meno indispensabile la potenza vocale e permise al cantante l’utilizzo di una tecnica sussurrata. Innovatore e versatile,avrebbe meritato avvenisse per lui da qualche parte ciò che avvenne a Roma alla morte di Gabriella Ferri. Le finestre di Testaccio si spalancarono mentre suonavano le canzoni della grande interprete di tante canzoni, della romanità, dallo stile contestatore e …scapigliato.

 

 

 

Be the first to comment on "Addio caro Fred Bongusto se ne va un’epoca dolce…"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*