Hot Topics

Ecumenico è “solo il Cristianesimo”

Gesù, Vero Dio, mori eroicamente da Vero uomo per motivi di non facile comprensione teologica, ma certamente morì dopo aver tanto insegnato all'umanità e dimostrato che per un grande ideale si dev'essere pronti anche ad affrontare il sacrificio estremo... Tutto il mondo computa da allora gli anni dalla Sua nascita. Ciò parla chiaro sulla Sua capacità di modificare la Storia ed è da considerare alla stregua di un'azione miracolosa...Gesù, Vero Dio, mori eroicamente da Vero uomo per motivi di non facile comprensione teologica, ma certamente morì dopo aver tanto insegnato all'umanità e dimostrato che per un grande ideale si dev'essere pronti anche ad affrontare il sacrificio estremo... Tutto il mondo computa da allora gli anni dalla Sua nascita. Ciò parla chiaro sulla Sua capacità di modificare la Storia ed è da considerare alla stregua di un'azione miracolosa...

Sul significato delle parole bisogna intendersi. A volte sono “macigni” recita un vecchio detto. Ecumenismo  è una parola oggi abusata e usata assolutamente a sproposito. Per di più dalle “fonti” che ne abusano è quella che dovrebbe “rappresentarla”.

L’ecumenismo è un concetto che nasce il momento in cui Gesù risolto incarica i discepoli di evangelizzare il mondo, riconducendolo alla conversione che divenne subito “il Cristianesimo”. Tale mandato si estende concordemente a tutti i cristiani praticanti. Essi non devono ammettere che si offenda il nome di Dio in loro presenza, a costo dell’eroismo.

Nella vignetta Monsignor Antonio Livi che ha pubblicamente additato le posizioni e l'atteggiamento di Bergoglio.

Nella vignetta Monsignor Antonio Livi che ha pubblicamente additato le posizioni e l’atteggiamento di Bergoglio.

La parola ecumenico da cui deriva direttamente “ecumenismo“, proviene – come abbiamo già ripetuto su questo giornale – da ecumé, parola greca che significa “casa” estesa nel messaggio al concetto di “famiglia“.

La religione cristiana e il suo Dio devono giungere nel mondo, anche con l’opera attiva dei “cristiani”,ovunque vi sia una casa, una famiglia.

L’ecumenismo non ha nulla a che vedere con l’apertura ad altri “credo”, ad altri modi di rappresentare Dio Padre Onnipotente. Il Dio dei cristiani non è un Dio generico,ma ha una precisa e delineata fisionomia che risulta dalle sacre scritture e dalle parole di Gesù Cristo trascritte dagli evangelisti, da San Paolo etc.

Il Cristianesimo, a differenza delle altre religioni, non è una religione di stirpe, tanto meno di popolo e di nazione,come quella musulmana e quella ebraica che – per la comune radice abramitica – sono quelle che più le si avvicinano.

Il Cristianesimo si presenta come la religione di tutto il mondo dei viventi e non ammette similitudini. Le “altre” religioni mantengono una’indole legata a tradizioni che restano “locali”, legate ai luoghi e alla stirpe che diede ad esse l’inizio e l’idea…

Di conseguenza, non solo è impossibile intendere l’ecumenismo come un principio teso ad accogliere assieme al Cristianesimo altre religioni. E’ anche impossibile che religioni nate da singole stirpirazze, popoli si considerino”alla pari” con il Cristianesimo. Perché sono esse stesse a bloccarsi concettualmente sul distinguo“: sono nate perché il popolo che ne è portatore “si affermi” sugli altri imposizione di supremazia…

Purtroppo questo è chiarissimo anche nell’ebraismo, specie,ma non soltanto nell’atteggiamento cosiddetto sionista.

_____________________________

In Giov. 8, 31 (Gesù e Abramo) Gesù risponde duramente a quei Giudei che affermavano di essere solo discendenti di Abramo con un solo Padre Dio. “Abramo, vostro Padre – risponde Gesù –  avrebbe ascoltato le mie parole. Perché ascoltava Dio. Chi è dalla parte della verità ascolta e crede. Voi non credete perché siete figli del diavolo. Menzognero e figlio della menzogna”.

L’invettiva di Gesù non è estesa a tutti gli ebrei, ma solo a coloro che “non ascoltano”. Chi ricerca la verità con animo aperto – cioè – è di facile convincimento rispetto alle parole di Gesù… Né si possono accusare gli ebrei di non essersi convertiti.Molti di loro furono i primi a farlo. Gesù stesso era ebreo per discendenza terrena.Non tutti vennero in contatto con lui né con i suoi seguaci.E neppure tutti ascoltarono adeguatamente il “Nuovo Verbo”. Inquadrata nella storia, è più che logica la mancata conversione degli ebrei come popolo. Il testimone del messaggio cristiano passò subito a Roma e si divulgò grazie alla capillare rete stradale romana…

_____________________________

La religione Cristiana, al contrario delle altre religioni, è riferita a tutti gli uomini. A tutti, uno per uno, apre le proprie braccia accoglienti, invitandoli alla carità e alla misericordia. Li invita ad uniformarsi alla fede,che …divenga comune, “questa fede”.

Per usare un’espressione cara ai giovani: “siamo in un altro pianeta“.

Ma, chiariamo una vota per tutte, non si rivolge  ai “gruppi sociali” alle comunità nella loro interezza. Parla ai singoli credenti, alla morale individuale. Dio parla ai singoli credenti, che gli rivolgono preghiera,nel segreto della coscienza individuale. Solo “di conseguenza” la morale cristiana giova alla comunità. Scegliere fra bene e male è un fatto personale, intimo. Così il premio dell’eterna gioia o della dannazione.

Se non si crede in questi termini, entro questi confini, se si abdica al ruolo di apostolato nel mondo, che consiste nel persuadere con dolcezza “gli altri” alla “nostra” fede, non si è cristiani. Perché Cristiano è chi segue gli insegnamenti di Gesù Cristo. Chi non li segue non lo è. Chi non lo è mai stato e non lo diventa non può essere considerato di fede assimilabile al Cristianesimo…

Il rischio è che si accomuni al Dio dei Cristiani al “Grande archietto” degli illuministi e della massoneria, nemici “giurati” di Cristo.Il grande architetto potrebbe essere identificato con il Male.

E’ quell’Anti Dio che è maestro di tentazione e di disgrazie: paladino delle sue singole manifestazioni e …vittorie: il peccato, l’ignoranza, l’errore, la malattia, la catastrofe!

Attualmente il Male – abilissimo nel ‘travestirsi’ da Bene – sta cercando probabilmente di presentarsi con il volto di un Nuove Ordine Mondiale.

Combattiamolo con ogni forza!

(Gelis)

Nota

E’ da ritenere che Dio parli individualmente a tutti gli esseri umani. In ciò è pensabile che parli a tutti, indipendentemente dalla rispettiva fede. Parla di continuo, ne ispira le buone azioni e quella frequente aspirazione al bene e alla giustizia, che si manifesta di più diffusamente nella giovane età…. C’è chi riconosce la Sua voce e la ascolta, chi non la riconosce per quello che è, chi la segue echi non la segue… (G.S.)

Be the first to comment on "Ecumenico è “solo il Cristianesimo”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*