Hot Topics

Energia, rifiuti, clima: problemi …ad alto reddito

Un discarica simile a tutte le altre. C'è il "caso" di Brescia: nella sua provincia finisce il 70% dei rifiuti speciali della Lombardia. A questi si aggiungono 4 discariche di scorie radioattive e tonnellate di "derivati tossici" provenienti dall'estero. Persino dall'Australia. Qualcuno,di certo, "ci guadagna". Quella di Palermo è una delle discariche più problematiche. Come Brescia, da terra dei fuochi. Se ne parla a livello nazionale...Un discarica simile a tutte le altre. C'è il "caso" di Brescia: nella sua provincia finisce il 70% dei rifiuti speciali della Lombardia. A questi si aggiungono 4 discariche di scorie radioattive e tonnellate di "derivati tossici" provenienti dall'estero. Persino dall'Australia. Qualcuno,di certo, "ci guadagna". Quella di Palermo è una delle discariche più problematiche. Come Brescia, da terra dei fuochi. Se ne parla a livello nazionale...

Un problema rende finché esiste. Specie se di grandi proporzioni… Perché, dunque, adottare una  soluzione a portata di mano? E’il caso dell’energia e dei rifiuti.

Per l’energia le sole soluzioni – reale – che saranno prima o poi (ma più presto che tardi) adottate sono rappresentate dal nucleare e dall’idrogeno.

L'Enel che ha realizzato un grane centrale geotermica in Usa

L’Enel che ha realizzato una grande centrale geotermica in Usa ha costruito questa centrale ad idrogeno a Venezia. Era già un esempio a livello planetario, ma è stata misteriosamente disattivata e non se ne parla più… Anche sull’energia geotermica pesa l’accusa di essere “inquinante”.Inoltre non sarebbe “rinnovabile”. Anche se non è pensabile che – almeno –  il calore della terra …ci abbandoni, se non alla fine dei tempi.  Non esiste un solo progetto per una possibilissima centrale geotermica nell’Etna.

Il resto è solo speculazione. Assistiamo giornalmente al malaffare nell’ambito del solare e delle pale eoliche, al centro di grandi speculazioni d parte dei privati e dei governi. Ma esse trovano paradossalmente complici il petrolio e il metano, dei quali non si potrà mai fare a  meno finché ci si continuerà a “trastullare” con le poche centinaia di Megawatt prodotte – fra l’altro, ad orario – con le cosiddette “rinnovabili“.

Idiota è l’argomento sulla “creazione” di più posti di lavoro: perché”crearli” per motivi inutili?

Il problema dei rifiuti offre alla pubblica amministrazione l’occasione di infiniti stanziamenti: gare e relativi appalti per il trasporto, lo stoccaggio, la macchinosa quanto inutile pratica della differenziata (che ha anche un altissimo costo sociale),  la deposizione in discarica, la più inquinante delle forme di smaltimento finale.

La soluzione? Esiste la applicano ovunque: i termovalorizzatori!  L’ultima della classe? La mafiosa Sicilia! Per una volta diciamolo! Ecco quando la mafia trova un alleato negli ecologisti ideologici! Non entriamo – per pudore – nei particolari della “mentalità” di questi ultimi…

Il più significativo, fra i tanti,tantissimi, è il termovalorizzatore di Copenaghen, in pieno centro cittadino: è diventato un’attrazione…

 

Un problema creato di sana pianta è rappresentato dal surriscaldamento terrestre, effetto serra, buco nell’ozono, scioglimento dei ghiacciai,morte delle alghe e del plancton e non sanno che altro pensare. Si rifletta sulla stessa espressione: non mutamento climatico, ma mutamenti! Ebbene sì, tutto fa brodo! oggi questo, domani quello… Fino ad affermare che anche i terremoti siano effetto dei …mutamenti climatici.

Che fortuna in Sicilia! Non ne vediamo niente! Tutto avviene “lontano”, sui monti, ai poli, nell’altro emisfero, nei mari del Sud e,negli oceani lontani, dove interi arcipelaghi “attendono”, ma chi sa quando, di finire negli abissi del grande pelago…

Peccatoche non esista alcuna certezza scientifica che il mutamento climatico sia in atto, che non sia temporaneo, ma soprattutto che dipenda dalle emissioni di CO2 dovute alle attività umane.

Il solo dato scientificamente certo è che nella storia si sono succedute sia le tropicalizzazioni che le glaciazioni, prima e dopo l’apparizione dell’uomo che cominciò ad arrostire la carne, essendosi impadronito, grazie al”furto” di Prometeo che la rubò agli dei, della preziosa fiamma. Anche allora si temette e si pensò al sacrilegio: Prometeo venne condannato ad un mostruoso supplizio eterno. E l’uomo fu punito come se fosse un peccato originale:la carne arrostita sul fuoco, da allora, provoca i tumori…

Come si vede, le strane “credenze” di oggi sono state precedute da evidenti e riconoscibili superstizioni

Germano Scargiali

Be the first to comment on "Energia, rifiuti, clima: problemi …ad alto reddito"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*