Hot Topics

Foibe l’evento più solenne a Messina

foibe a Messina

La più solenne commemorazione delle Foibe e dell’esodo giuliano dalmata in Sicilia ha avuto luogo a Messina in piazza dei Martiri. Presente l’Assessore alla Cultura, Enzo Caruso, per ricordare le vittime, barbaramente torturate ed uccise, e per celebrare il “Giorno del Ricordo“.

Alla cerimonia ha partecipato una delegazione palermitana con Martino e Oscar Casagrande, con  mandanti di marina, sportivi molto noti sin da ragazzi a Palermo, dove giunsero e si ambientarono fra tanti nuovi amici, parte della “tappezzeria giovanile” della Mondello anni 50, 60, 70, conservando fra loro il dialetto d’origine, che, ascoltandolo ancora adesso da loro è come il simbolo di una memoria indelebile

La cerimonia di deposizione di una corona d’alloro è stata organizzata dall’Amministrazione comunale di Messina, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Congiunti e Deportati in Jugoslavia (A.N.C.D.J.), rappresentativa dei Martiri delle Foibe ed esuli Istria, Fiume, Dalmazia…

La piazza dei Martiri è stata così intitolata da quando, a partire dal 2008, il Comitato 10 Febbraio, insieme al Quinto Quartiere, avanzò la proposta.

Contro il negazionismo, è stata promulgata la legge 30 marzo 2004 n.92, in cui la Repubblica Italiana riconosce quale giornata del ricordo il 10 febbraio. Lo scopo è di conservare e rinnovare la memoria della truce persecuzione degli italiani e di tutte le vittime delle Foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nell’immediato dopoguerra, della più complessa vicenda del confine orientale dopo il 1944.

Lo scopo è di favorire tutte le iniziative di valorizzazione del patrimonio culturale, storico, letterario ed artistico degli italiani dell’Istria, di Fiume e delle coste dalmate, atte ad evidenziare i contributi offerti, negli anni, allo sviluppo sociale e culturale del territorio della costa nord-orientale adriatica.

Altro fine è di preservare le tradizioni delle comunità istriano-dalmate residenti in giro lungo il territorio nazionale e all’estero.

Per favorire il pacifico svolgersi della cerimonia, sono state imposte varie limitazioni: vietata la sosta fino alle ore 12, su ambo i lati della via Istria, tra le vie Pola e delle Concerie nel tratto di 20 metri a sud dell’intersezione con via Istria.

La manifestazione non ha mancato della necessaria solennità né di momenti di intensa commozione, seguita dalla intima gioia della pace ormai riconquistata.

Be the first to comment on "Foibe l’evento più solenne a Messina"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*