Hot Topics

I fatti di Hanau i media e …Pirandello

Scompiglio ad Hanau: è stato un attentato "al contrario". Cioè contro i musulmani. Uccide anche la propria madre prima di morire anche lui. Lo stato di schizofrenia è evidente, ma ha già scritto, con lucida follia, forse, un ...testamento.Scompiglio ad Hanau: è stato un attentato "al contrario". Cioè contro i musulmani. Uccide anche la propria madre prima di morire anche lui. Lo stato di schizofrenia è evidente, ma ha già scritto, con lucida follia, forse, un ...testamento.

E’pazzo, è pazzo” dicono i personaggi dell’Enrico IV di Pirandello, proprio quando il protagonista nell’ultima scena – professandosi rinsavito – spiattella a tutti la verità nuda e cruda. Una verità inconfessabile e a loro ovviamente ben nota. Dopo tante considerazioni oniriche, pur non prive di significato, lo pseudo Enrico IV – tale dichiara da tempo di essere, così da costringere tutti ad indossare grotteschi costumi di corte – certamente pazzo, ma soltanto di dolore per ciò che lo circonda, sostanzialmente savio da sempre, la dice chiara e tonda: è la verità! Quella che non si vuol sentire… E’qui che i protagonisti affermano: …è pazzo!” Pertanto inattendibile…

Pensavamo proprio a Pirandello e al suo ennesimo capolavoro, ascoltando stamane la “solita” Tv (Rai 1), maestra di politically correct, regina della mainstream mediatica, sul caso di Hanau.

Dovrebbero iniziare col dire: “Buongiorno, è il giornale unico che parla”, quello che determina ciò che è vero e il suo contrario, aggiungiamo noi…

Le cronache, che per le disgrazie hanno …un debole, parlano concordemente di “farneticazione” a proposito dell’assassino, chiamato  seccamente Tobiasrazzista e soprattutto …folle.

Come se i tedeschi potessero aver dimenticato in un dopoguerra, che idealmente è durato solo un attimo, la natura, che li accomuna agli anglosassoni, ma anche ai francesi, che …li porta al ripudio di ciò che non faccia parte del loro immenso “clan“. Un male che, a partire dalle terre del Mediterraneo (meridionale) in giù, non esiste proprio.

Ma c’è di più. L’assassino anti islamico di Hanau farnetica. Sì, farnetica, né potrebbe essere diversamente di fronte ai segreti di Pulcinella che si nascondono dietro il perbenismo, il politically correct appunto, da cui siamo letteralmente asfissiati. Così di fronte alla prima (forse) buona lezione di Benigni a Sanremo, quella di educazione sessuale,  si sfuma, si edulcora, si tace la parte essenziale. Bello a Sanremo ‘sarebbe stato’ soprattutto il resto: Fiorello, comico? Nel paese di Totò, i De Filippo, Sordi, Fabrizzi, Walter Chiari, Vianello, Lionello, ma persino Frassica e Banfi? Mmahh!

Così, altrettanto ‘bello’ il governo Merkel, il governo Macron…

No, ma che dite? Non è vero che “fra noi” c’è chi celebra le messe nere, chi adora il Diavolo. Ma perché? Esiste il diavolo? Esiste anche il male? Il grande complotto? Ma noooo!

L’assassino di Hanau, a differenza di altri, lascia una specie di “testamento spirituale”: …’lascio tutti le seguenti raccomandazioni!’

Contengono dei segreti. Ignoti? Sì, come se non circolassero persino testi universitari “significativi” che teorizzano sulla realtà del mondo, da quando si usa mischiare (e di per sé non è male) la religione con la sociologia e la filosofia!

“Dio – si legge in tali testi – è vero che abbia creato il mondo, ma gli è riuscito male. Il Diavolo la fa da padrone. E’ Lui, in pratica, il vero Dio? Ma durerà poco e il Diavolo ‘al momento’ vincerà sempre di più. Perché Dio stesso sta ‘provvedendo’ ad affrettare la fine di questo mondo mal riuscito. Gli dà partita vinta: mutamenti climatici, guerre tribali anche dove non vi sono più tribù, carenza di acqua, di sole, di pioggia, di tutto e del contrario di tutto: troppa acqua, bombe d’acqua, troppo sole, siccità e desertificazione… Ma, tutto a partire – già – dalla morale, questa sconosciuta, scomparsa, seppur sia mai esistita… L’umanità? Un errore di Natura, il più grande. Dà già una mano (starebbe dando) alla distruzione, ‘visibilmente’ in corso, del mondo. Se qualcuno parte ormai con un astronave dal Pianeta, è perché vorrebbe distruggerne anche altri…

Da qui altre opportunità, o meglio, una necessità: adorare una deità visibile, quotidiana. Perché non la Natura stessa, lo spirito vitale indubbiamente in essa contenuto? O, per converso, immoliamo vittime – come ai tempi do’oro, come i fenici, gli egizi, sì ch’erano saggi – a chi sta operando, finché dura, indisturbato: Lui, Satana, il Diavolo. E le messe? Nere! E poi? Poi ci vediamo tutti in …loggia! Sì, la succursale dell’Illuminismo. Quelle idee illuminanti in cui gli uomini non hanno creduto abbastanza. Vi credono solo “gli intelligenti”: …il faut illuminer avec notre raison… E tutto è chiaro, tutto è immediatamente risolto. Faticare? Lo facciano gli altri! Come non averci pensato prima? Ma sì lo raccomandò anche Platone: se giri la testa, povero gonzo, fuori dalla tua caverna c’è la perfezione….

E il Cristianesimo? La Religione? Che cale? Ci soccorre Marx: sovrastruttura.

E’ pazzo, è pazzo, farnetica! Non ve ne accorgete! Ma sì, sragiona, il mondo va bene, anzi va male, Dio stesso lo sta distruggendo con le sue mani, tutto è vero, ma anche il suo contrario, purché serva a qualcuno… Su tutto regna sovrana l’ala del politically correct, che copre, giustifica, nasconde, addita chi non ci crede. La main stream mediatica sta al gioco. Né potrebbe essere diversamente: vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole, occidentalis karma, ma sì, tanto panta rei, “tout passe tout lasse, tout casse”… E gli altri? Teste di c. Il popolo non deve sapere: “…quello c’ha scritto il Messaggero – dicono a Roma Capitale – è tutto vero!”

Quello“, in particolare, non solo era “di destra (oh che bello) ma è un cane sciolto… Certo, non ha un gruppo di riferimento, non ha un sindacato, un movimento, uno straccio di società segreta, niente di niente. Sicuro che abbia reagito follemente seguendo da schizofrenico una propria idea. Ma no! Ecco quel che più conta: Non è nessuno!

Scarmacai

Ripubblichiamo il testamento di Tobias, l’uomo di Hanau, già presente nel primo articolo di cronaca. E’ rivolto “a tutti gli americani“. Evidentemente Tobias riteine (a torto?) che il cuore del problema sia …lì.

C’è il video: è consultabile su youtube. Tobias parla in lingua inglese che, ovviamente, conosce bene. Qui di seguito la traduzione letterale in italiano.

Il vostro paese è sotto il controllo di società segrete invisibili”, dice il presunto killer di Hanau a “tutti gli americani”. Utilizzano metodi sconosciuti e malevoli come il controllo delle menti e un moderno sistema di schiavitù. Se non credete a ciò che dico, fareste bene a svegliarvi in fretta. Nel vostro Paese esistono delle cosiddette ‘basi segrete militari’. In alcune si celebra il diavolo in persona: Vi abusano, torturano e uccidono i bambini. Una quantità incredibile di questi fatti accadono ormai da anni. Svegliatevi. Spegnete i ‘media mainstream’, loro non sanno nulla (o fingono di non sapere, nr). Il primo passo è informarsi. Per credermi forse dovrete leggere o ascoltare queste cose anche da altre fonti… Ma ora lo sapete. Il secondo passo è agire. Localizzate queste basi, raccogliete una massa di persone e assaltatele. È il vostro dovere come cittadini americani mettere fine a questo incubo. Combattete ora”.

Ultimo appello

La cosa sta sfuggendo di mano. Impongono ai popoli la sostituzione etnica, con un’immigrazione di milioni di estranei nel giro di pochi mesi, poi si lamentano se qualcuno reagisce in modo scomposto: è fisica, come nel caso di Traini.

Chiudete le frontiere, restituite ai popoli il diritto sovrano di decidere come vogliono e con chi vogliono vivere, poi ne riparliamo…

 

Be the first to comment on "I fatti di Hanau i media e …Pirandello"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*