Hot Topics

L’Organizzazione Mondiale della Sanità scopre le carte

Giù la maschera all’OMS. L’Organizzazione mondiale della sanità ‘proclama’  senza pudore per voce del suo presidente, che la sola strada per bloccare la pandemia del ‘Corona virus disease 19’ sia il vaccino! Un’attesa menzogna.  E dire che ‘in partenza’ aveva minimizzato questa ‘influenza’, affermando che si trattasse poco più di una semplice asiatica da virus Corona come …tutte le altre precedenti. Voci di virologi del massimo livello avvertono, invece, come un vaccino sicuro sia impossibile da realizzare. Ciò per le caratteristiche di ‘mutante‘ del virus stesso.

Ecco la dinamica delle più recenti ‘esternazioni’ provenienti dall’OMS

“Sappiamo che il Covid-19 si diffonde rapidamente e sappiamo che è 10 volte più mortale del virus responsabile dell’influenza del 2009 (la cosiddetta “suina”, ndr)”. A dirlo è il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, che nel corso del briefing sul coronavirus con i giornalisti a Ginevra ha fatto il punto della pandemia di coronavirus nel mondo spiegando che “le prove provenienti da diversi Paesi ci stanno dando un quadro più chiaro di questo virus, come si comporta, come fermarlo e come trattarlo”.

Tedros Adhanom Ghebreyesus direttore generale OMS. Laureato e specializzatosi in Europa, è considerato un luminare nella lotta contro la malaria.E' stato anche ministro degli esteri dell'Etiopia.

“Ridi, ridi che mamma ha fattoi gnocchi!” Tedros Adhanom Ghebreyesus direttore generale OMS. Laureato e specializzatosi in Europa, è considerato un luminare nella lotta contro la malaria. E’ stato anche ministro degli esteri dell’Etiopia.

“Sappiamo che in alcuni Paesi i casi di Covid19 raddoppiano ogni tre/quattro giorni ha proseguito Adhanom Ghebreyesus sottolineando come mentre la diffusione – accelera molto rapidamente, si riduce molto lentamente. In altre parole il calo è molto più lento dell’aumento”.

Motivo per cui il direttore generale dell’Oms ha concluso: “il nostro essere connessi a livello globale ha come conseguenza il rischio di una risorgenza del Covid-19. Solo un vaccino sicuro ed efficace potrà interrompere definitivamente la trasmissione” del virus. Ma fra le sue esternazioni c’è dell’altro…
“Il coronavirus – ci informa il numero 1 dell’OMS – non andrà via. Non sappiamo se le persone che lo hanno avuto siano immuni né quando avremo un vaccino. Quindi qualche tipo di protezione facciale diventerà la norma, anche se solo per rassicurare le persone, perché ‘lo sviluppo e la distribuzione di un vaccino sicuro ed efficace sono necessari‘ per interrompere pienamente la trasmissione”.

Parole che suonano come una sorta di marcia indietro – come abbiamo già accennato –  anche alla luce delle recenti polemiche sull’iniziale sottovalutazione dell’emergenza da parte della stessa OMS, motivo per cui il direttore ha tenuto a farfugliare una sorta di scuse…

“Questo – ha dichiarato Ghebreyesus  –  è un virus nuovo ed è la prima pandemia causata da un coronavirus. Stiamo tutti imparando e aggiustando la nostra strategia, sulla base delle ultime prove disponibili”. (Poverini!)

Tedros Adhanom Ghebreyesus ha ribadito infine anche quanto segue…

“La possibilità di porre fine alle restrizioni imposte dai Paesi – queste le sue parole – dovrebbe essere basata anzitutto sulla protezione della salute umana e guidata da quello che conosciamo sul coronavirus e su come si comporta”.

“Ciò significa – ha sottolineato – che le misure restrittive devono essere revocate lentamente e con controllo. Non può accadere tutto in una volta. E solo se la sanità pubblica ha adottato le corrette misure, come una significativa capacità di tracciare i contatti con i contagiati”.

Fra tante ovvie raccomandazioni, per le quali è sufficiente un’infarinatura di cultura generale, il messaggio principale resta quello del vaccino per il quale le grandi case farmaceutiche fanno già a gara per produrlo, vendendolo in tutto il mondo con enormi guadagni.

Il Sito produttivo GSK di Siena applica i più alti standard: è uno dei tre centri più importati del mondo nella produzione di vaccini. La Sanofi Italia (per quanto il marchio sia francese) è un vanto italiano nel settore vaccini. Tutte le case farmaceutiche fanno, però, parte di un cartello controllato da non più di tre marchi Usa.

Il Sito produttivo GSK di Siena applica i più alti standard esistenti: è uno dei tre centri più importati del mondo nella produzione di vaccini. La Sanofi Italia (per quanto il marchio sia francese) è un vanto italiano nel settore vaccini. Tutte le case farmaceutiche fanno, però, parte di un cartello controllato da non più di tre marchi Usa.

Ammonisce, infatti, il virologo Giulio Tarro – una proposta per il premio Nobel per la medicina…

“La sola strada – sono le sue parole – è, invece, di individuare le cure più adatte per giungere alla naturale guarigione e sconfiggere, nel tempo, l’epidemia”.

La storia – concludiamo noi – ci insegna, del resto, che anche le peggiori epidemie, ad un certo punto, non lasciarono che un brutto ricordo, relegandolo nel passato…

Si rifà viva frattanto con autorità l’idea che il Corona virus ’19 sia stato costruito in laboratorio.

Frattanto, il Governo italiano continua a lucrare l’Iva sulle mascherine al 22% e discute ‘di quanto’ abbassarne la quota percentuale? Che cosa aspetta a ridurla a zero? L’Iva sugli ‘assorbenti’ è già più bassa da sempre… Visto che non ci resta che piangere, proviamo anche a riderci sopra!

Germano Scargiali

Nota

Sono 3 i fondi di investimento che da soli controllano 25.000 miliardi, cioè 1/3 della vendita dei farmaci nel mondo. I proprietari sono gli stessi grandi banchieri da noi spesso indicati come artefici del tentativo di globalizzazione che lavora per un nuovo ordine mondiale: fanno soldi con altri soldi o gestendo grandi monopoli mondiali in posizione ‘leonina’. Le prime due sono la ‘Rockefeller big pharma‘ e la ‘Vanguard group Rothschild‘. E’ …tutto un programma. E poi c’è chi dubita della cosiddetta ‘teoria del grande complotto‘ (vedi nostri articoli recenti).

Ciò che tentano di monopolizzare sono anzitutto: energia, acqua, cereali e persino la religione… Una fede unica, sostegno di un nuovo ordine mondale. Il business del petrolio è nelle loro mani. Il bluff delle cosiddette rinnovabili garantisce ‘lunga vita’ al super redditizio sfruttamento di petrolio, gas e carbone. Anche le campagne anti energia nucleare, anti geotermica e di ostacolo all’uso dell’idrogeno fanno pare della identica logica. Le ‘rinnovabili’, sole e vento non produrranno mai che una piccola parte del reale fabbisogno. Il caro energia ‘garantisce’ ai potenti un limitato sviluppo della crescita generalizzata dell’economia!. 

Nota 2 

Nella fonte di cui alla Nota precedente rinveniamo queste frasi storiche che ci sembrano molto significative.

“In un momento di menzogne universali, dire la Verita’ e’ un atto rivoluzionario” – (G.Orwell)

“Vi sono momenti, nella Vita, in cui tacere diventa una colpa” (Oriana Fallaci).

“Le nostre vite cominceranno a finire, il giorno in cui resteremo silenziosi di fronte alle cose che contano” (Martin Luther King).

Il ‘potere’ accusa il costume generalizzato (i cives) di ogni responsabilità relativa ai mali ed ai problemi del nostro tempo: mafia, inquinamento, clima, incultura, contagioCiò avviene perché le cause i tutto ciò e la mancata soluzione sono da imputare al ‘potere’ stesso.

 

 

Be the first to comment on "L’Organizzazione Mondiale della Sanità scopre le carte"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*