Hot Topics

Traghetti isole minori: che ci siano e funzionino a dovere!

Aliscafo Liberty LinesAliscafo Liberty Lines

Traghetti per le isole eterno problema.  Periodicamente bloccate, eternamente in forse per il funzionamento delle linee regolari, le isole minori della Sicilia, per quanto  preziose sotto il profilo turistico, sono destinate a ‘soffrire’. Forse è il caso di ricordare per inciso che chi si prodiga per il meglio venga spesso perseguito per via di legge… E’ il caso del grande imprenditore marittimo e turistico Vittorio Morace, perno, delle compagnie Ustica Lines e Liberty  Lines. Indagato e processato per un motivo piuma: un supposto’ reato, destinato a migliorare, con il dovuto aiuto della Regione siciliana (un fatto storico, del resto) il prezzo dei biglietti per residenti e turisti. Verrebbe il sospetto che la ‘vera colpa’di Morace – figlio d’arte in fatto di navi e porti – sia stato di dimostrare come, con mezzi privati, si potesse rendere un servizio migliore di quello delle linee di stato. Morace ha inoltre reimpiantato una fabbrica di aliscafi (o mono carena veloci) in alluminio che era ‘morta’ in Sicilia dal tempo dei Rodriguez. Secondario il fatto che avesse portato il Trapani Calcio fino alla serie B.

Queste persone (medesimi episodi avvengono anche nella cantieristica e nei porti turistici) vengono perseguite in Italia! Ma c’è, evidentemente, a chi ‘piace’ così…

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato diIsole di Sicilia‘.

Federalberghi Isole Minori Sicilia scrive a Marco Falcone, assessore regionale alle infrastrutture e alla mobilità e in copia al Presidente Musumeci, all’Assessore al Turismo Manlio Messina, ai Sindaci e alle società di navigazione per chiedere il pieno ripristino dei collegamenti con ‘mezzi veloci‘ con le isole minori.

Con ordinanza n. 23 del 3 giugno 2020, il Presidente Musumeci, accogliendo le richieste dei Sindaci delle Isole Minori e delle associazioni locali – dimostrando grande sensibilità istituzionale ed attenzione per le isole minori – prevedeva che gli esercenti di servizi di trasporto pubblico locale di linea riprendessero ad effettuare i servizi di collegamento secondo gli assetti stagionali previsti. Tali disposizioni venivano reiterate con la successiva ordinanza (n. 25) del 13 giugno.

Dopo, ormai, due settimane dalla prima ordinanza, gli assetti cosiddetti invernali, sia pure nei giorni scorsi lentamente incrementatisi, risultano ad oggi ancora deficitari. Questo, soprattutto nel comparto Eolie, sta creando non pochi disagi sia ai visitatori che a pendolari e residenti.

Gli assetti estivi, la cui entrata in vigore, è prevista a partire dal 20 giugno (il 10 per Pantelleria) non risultano in atto ancora prenotabili. Questo, oltre a ridurre il numero di mezzi disponibili sulle varie tratte (vedi Eolie, Egadi e Ustica), ne elimina alcune totalmente. È il caso della tratta Messina-Eolie non ancora ripristinata e in atto prenotabile solo dal 1° luglio o la Palermo – Eolie che dovrebbe essere in funzione dal 20 giugno, ma che in atto non risulta ancora prenotabile.

Stesso discorso per la Lampedusa – Porto Empedocle che dovrebbe essere prenotabile dal 20 giugno ma che in atto lo è solo dal 1° luglio e la Trapani-Pantelleria che parte con una settimana di ritardo (17 anziché il 10 giugno).

“Le nostre imprese – osserva Christian Del Bono, Presidente Federalberghi Isole Minori Sicilia – stanno facendo uno sforzo enorme tra il folle e l’eroico per ripartire e dare lavoro ai propri collaboratori, cercando di salvare il salvabile di quel che rimane della peggiore stagione turistica di sempre. Chiediamo di non essere ulteriormente penalizzati e di ripristinare gli assetti previsti dai contratti di servizio in essere e di rendere immediatamente prenotabili i servizi relativi agli assetti estivi. Chiediamo, inoltre, il calcolo delle corse sin qui non effettuate affinché vengano recuperate nei periodi a maggiore intensità di traffico (agosto e i fine settimana) e di poter mantenere gli assetti estivi sino ad almeno il 20 ottobre. A tal proposito, chiediamo la definizione sin da subito di piani integrativi speciali elaborati in funzione del recupero delle corse e della ridotta capacità dei mezzi a seguito delle restrizioni Covid-19, così come già richiesto con nostra nota del 2 giugno scorso.

(Adattamento e impaginazione di Germano Scargiali)

 

Be the first to comment on "Traghetti isole minori: che ci siano e funzionino a dovere!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*