Hot Topics

Benvenuto plasma iperimmune dai pazienti guariti! Perché solo adesso?

Giustizia pr Giuseppe De Donno! Il plasma rende immuni! Quanti malati e morti in meno se fosse stato ascoltato e imitato! Non chiedeva niente tranne un po' di meritata gloria!Giustizia pr Giuseppe De Donno! Il plasma rende immuni! Quanti malati e morti in meno se fosse stato ascoltato e imitato! Non chiedeva niente tranne un po' di meritata gloria!

Era ora! Chi si rivede, il plasma iperimmune dai pazienti guariti: Sene’era tanto parlato al tempo della prima ondata del Covid e relativo lokdown. Solo Adesso si passa all’azione. Perchè solo ora? Un ìuovo di Colombo! Troppo facile?

Adesso ‘decolla’ in Sicilia e se ne interessa l’On.le Carmelo Pullara (Ars) che ci invia questo comunicato…

“Apprendo da un comunicato della Regione  – dichiara l’Onle Pullara – che sarebbero stati attivati 8 centri per la raccolta del plasma iperimmune dai pazienti guariti dal Covid-19. Considerato che ogni donazione di plasma può salvare almeno tre persone, credo che la Regione dovrebbe dare maggior risalto a questa possibilità, aumentando ulteriormente i centri di raccolta e, soprattutto informando e sensibilizzando tutti i potenziali donatori che sono centinaia di persone. Altrimenti annunciare l’esistenza dei centri – conclude l’Onle Pullara – ma poi non sfruttarne le potenzialità sarebbe uno sperpero di denaro ed energie. L’ennesimo sperpero di denaro ed energie”.

______________________________

Del ‘plasma dei guariti’ si era parlato molto. Aveva scatenatto un mare di polemiche e invidie nei confronti degli ospedali di Mantova e Pavia che lo avevano sperimentato con successo. Il mantovano Prof. De Donno aveva così guarito anche una partoriente, caso unio almondo. Ma De Doenno non aveeavae ‘santi in pardiso’. Questa la sua massima: “21 apr 2020 — Coronavirus, professor De Donno: “Plasma unico farmaco, è molto più potente di un vaccino”. Le cronache avevano – però – dato spazio alle polemiche di un suo detreattore,  Roberto Burioni,  pur ricche di evidenti contraddizioni…

Le critiche tendevano a stroncarlo o ad affermare – proprio così – che …era vcchio quanto il cucco

Frattanto – però –  tanta gente ha sofferto ed è morta invano!

Ecco che cosa era possibile leggere online già il 21 giugno scorso.

Per trattare i pazienti con Covid-19, la terapia con il plasma da guariti è sicura: oggi arriva una conferma, oltre ai dati preliminari della sperimentazione condotta in Italia, da uno studio condotto dalla Mayo Clinic negli Usa e in via di pubblicazione su Mayo Clinic Proceedings. I risultati sulla sicurezza si basano su un’indagine su 20mila pazienti.

Il plasma, gli studi

La terapia con il plasma da convalescenti, di cui si è ampiamente discusso durante la pandemia di Covid-19, è un trattamento d’emergenza che può essere efficace e che è stato impiegato anche nella Sars e nella Mers (non è nuovo). Le prime sperimentazioni in Italia e in altri paesi hanno avuto esito positivo, ma erano basate su una quantità inferiore di dati, che si vanno via accumulando visto che i pazienti curati aumentano nel tempo.

I ricercatori della Mayo Clinic hanno valutato, nei 7 giorni successivi all’infusione lo stato di salute di pazienti con Covid-19. I pazienti – di varie etnie e di cui il 40% sono donne – sono tutti stati ricoverati nel periodo dal 3 aprile all’11 giugno e curati tempestivamente con il plasma perché considerati a rischio di sviluppare forme molto gravi dell’infezione.

 I risultati

In questo campione la percentuale di pazienti trattati con il plasma e deceduti per Covid-19 scende all’8,6%, mentre in un’indagine analoga ma precedente, su 5.000 pazienti (dunque di meno dei 20mila attuali) la percentuale era del 12%. Le reazioni avverse gravi al trattamento con il plasma si sono verificate in meno dell’1% dei casi. “Siamo ottimisti – ha commentato Michael Joyner, primo autore del paper, “ma dobbiamo rimanere obiettivi via via che accumuliamo una crescente quantità di dati”. La diminuzione nella mortalità è accompagnata da una più rapida disponibilità del plasma, grazie alla donazione di sangue dei convalescenti. Gli autori rimarcano che ora si sta studiando meglio l’efficacia (già ne abbiamo alcune prove) del trattamento, che si basa sul fatto che i convalescenti hanno sviluppato anticorpi contro il Sars-Cov-2 che fornirebbero una protezione ai malati.

Meno malati gravi nell’ultimo periodo

I ricercatori notano che da un lato aumenta la disponibilità del plasma, grazie al fatto che ci sono più pazienti guariti, e dall’altro attualmente le infezioni Covid-19 sono meno gravi, stando ai dati (pochi ricoverati in terapia intensiva). Le ragioni sono probabilmente diverse e vanno dal fatto che purtroppo la popolazione più fragile (con molte patologie precedenti) è già stata colpita nei mesi precedenti, fino ad una migliore gestione, nel tempo, della pandemia, grazie a diagnosi e trattamenti più affinati. Oggi, infatti, i malati Covid-19 ricevono prima il plasma, in una fase precoce della loro presa in carico da parte dell’ospedale. Al contrario nel marzo 2020, nel pieno dell’epidemia, non c’erano ancora strumenti idonei per elaborare il plasma dei guariti e somministrarlo, oltre al fatto che i candidati donatori erano molti di meno…

Altraproditoriainerzia: si parla poco e ci si prepara ancor meno a somministrare ai malati la cura – spesso risulutiva – tramite gli ‘anticorpi monoclonari‘.  Qui non siamo più nel cmpo delela prevenzione, ma degli ultimi imedi al Corona virus disease 2019.

Nota a  2

Trova spazio quella che è più di una nostra teoria: come scriviamo spesso, ‘un problema rende finché esiste!’

Basta riflettere su queste parole, comuni a problemi come rifiuti e acqua: èdievidenzee palmare che i problemi procurano denaro a …qualcuno.

Quanto si è soffiato e si soffia sul fuoco del Covid-19?

Germano Scargiali

__________________________________________

Governo italiano: FANGO

Giornale unico – mainstream medediatica: ALTRO FANGO 

Corsa ai vaccini già quotati in borsa: GRAN E FANGO

In estremeo eritardo la ‘corrotta OMS’ dice la sola ”cosa buona’ dall’inizio del Coevid: ‘la mascherina all’aperto è assoluamente inutile‘.Frattanto sui ‘lucrosivaccini si promette: saranno utilizzabili a partire dal 1922.

Mangia cavallo che l’erba cresce! Al momento è ‘opportuno’ che il Covid19 si mntenga attivo e minaccioso. Viceversa: ...addio vaccini e mega ebusiness! 

 

IN UN OPUSCOLO EDITO A PROPRIE SPESE DA PALERMOPARLA LA SCORSA PRIMAVERA SI PREANNUNZIAVA GIà LA POSSIBILITA’ DI UNA SOLUZIONE DEFINITIVA GRAZIE ALL’USO DEL PELASMA DELI IMMUNI. (Autore del testo il cardiologo Guido Francesco Guida)

Vedi se vuoi De Donno sul ns motore di ricerca.

___________________________________

Nota 2

Immaginate la ‘perdita secca’ di business se si dicesese stop ai tanti vaccini in concorrenza fra loro,adopereando il plasma degli immuni. Già dallo scorso inveno trovò oppositori acerrimi: personaggi come Roberto Buioni o ‘quel vanto italiano’di Ilaria Capua (Ah!, Ah…) C’è qualcosa di marcio …non solo in Danimarca come si disperava Amleto che non aveva evidentementee ‘esperienze all’estero’.

Sarebbe facile adoperare il plasma dei guariti …quasi ‘a gratis’, ma

Sarebbe come adoperare l’energia dell’idrogeno,  a basso prezzo e ‘a zero inquinamento’ (non è necessario farlo ‘scoppiare’ come si dice e si crede in giro… – Se poducesse CO2 non potrebbe ealimentare i sottomarini intercontinentali costruiti da Italia e Germania) disponibile già da svaraiti anni.

Allora sì che il petrolio andrebbe a ‘carte quarantotto’.

Ma il business internazionale non può permetterselo.

Con l’eneregia ‘quasi gratis’si erisolverbbero tantiltri poblemi.

Pensate anche all’acqua: si potrebe tirare dal sottosuolo: L’acqua è ovunque a profindità variabile.

Persino Begoglio perderebebe una freccia al suo arco: non potrebbe più ponosticare le …impobabili guerre per l’acqua. Più o meno ‘mondiali’. Ah, Ah…

Ricodiamo sempre: un problema rende finché esiste!

Vedi i rifiuiti: perchè si mandano nelle discariche o si costruisce il ridicolo castello di carte della cosiddettea ‘differenziata” (dall’alto costo sociale), invece di usare i termovalorizzatori? E perché ciò avviene prevalenza nelle …zone ad alta densità mafiosa?

(Scaramacai)

Be the first to comment on "Benvenuto plasma iperimmune dai pazienti guariti! Perché solo adesso?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*