Hot Topics

Addio Conte. Vattene e possibilmente scompari!

Conte e Lamorgese due simboli dell'Italia che va a rotoli: il pil è a crescita zero, gli immigrati crescono a vista d'occhio e un immigrato costa il triplo di un reddito di cittadinanza.
"Aggiusterò tutto con un Dpcm, parola mia!"

“Aggiusterò tutto con un Dpcm, parola mia!”

C’è da chiedersi se c’è ancora qualcuno che ha dato i voti con cui questo governo  italiano in carica  di operare  lo squallido ‘golpe bianco’, l’ultimo di una serie, che sta tenendobla nazione stretta nella morsa del mancato sviluppo, della sostanziale decrescita, non certo ‘felice’, ammessochesia possibile essere felici di decrescere…

Adesso ‘ci tocca’ anche sopportare il fiorire di una serie di inutili neologismi, acronimi, etichette caratteristiche della ‘non lingua’, assolutamente inutili, se non solo per nascondere la pochezza, il nulla sostanziale che nascondono. E’ un vecchio andazzo: cambiare i nomi, inventarsi sostantivi, agettivi, sigle che sono soltanto il sintomo evidente dell’ignoranzadi chi le usa.

Così gli italiani si trovano distinti in responsabili e irresponsabili, costruttori e …distruttori forse? Già è passato il tempo in cui si chiamò progressista chi credeva nella dialettica storica di Marx, quella che avrebbe condotto tutti, inevitabilmente, prima al socialismo e poi al comunismo.

La storia va al contrario: dal ‘socialismo mrxista’ si fugge. E presto. Dopo averlo provato si fugge anche con le ferite addosso (Germania Est, Urss, stati oltre Cortina, Cuba). Prima o poi (più prima che poi…) se ne libererà anche la Cina, che ha già ‘fondato’ un suo ‘neo …capital socialismo‘.

Che cos’è questo governo Conte? Un governo fantoccio, dire ‘raccogliticcio‘ è puerile ed è quasi un complimento. Questo governo non è stato e non è assolutamente nulla, se non una fonte di guai  e di mancata crscita per l’Italia. Tutte le decisioni assunte sono il contrario di quello che dovrebbero esser. Nessuna esclusa.

E’ l’atteggiamento pappagallesco mutuato dalle peggiori manifestazioni dell’illuminismo. Fermo restando la funzione storica del movimentyo che prtparò la Rivoluzione franecese, trattasi di atteggiamenti ‘datati’, nati dall’errore che fu di Platone: no, non basta illuminare tutto con la ragione, cambiare per cambiare, sostituire i nomi concreti e astratti, i nomi delle strade, o quelli dei mesi e delle stagioni come fecero quelli che cantavano allonsanfan… Non è rinngando la tradizione e Dio! No, non è così facile dare una svolta alla storia!

Se non ci si libera la mente dalla trappola dell’ideologia non si può neppure riflettere sulla realtà dei fatti. Se poi a questo si aggiungono scarse nozioni tecniche e , peggio, la malafede, il gioco ‘allo sfascio’ è presto fatto…

E’ proprio ciò che è avvenuto quando si è sostituito alla volontà di innovare e modernizzare la tradizione, il mero vaneggiamento di una vicinaetà dell’oro‘. Lo ripetiamo: ciò equivale a ripetere ancora il ‘terribile peccato’ che nelle Sacre scitture è stato quello di Adamo. 

La storia va vissuta ‘tutta’, giorno per giorno! negarne la molteplicità, il movimento,il continuodivenire è il peccato pereccellenza. Come credere di ‘conoscere la fine’, cioè esattamente come avendo letto l’ultima pagina di un libro. Il discoeso ci porta lontano? Forse! Ma è necssario cpire qualegrand error di base ci sia nella cultura più sbagliata, la cultura. fondsta sulle sabbie mobilidell’errore, diventa anti cultura. Ribadiamo: se si parte in questo modo – dal madornale errore che Marx, Hegel che tutti gli hegeliani desumono dal peggior Platone, …niente, nessuna azione, può essere nel giusto.

Se all’errore di base si aggiungono l’ignoranza, l’impreparazione tecnica, ala mancanza di idee e di determinazione (stavamo per dire c.ni), che cosa ci sipuò asptettare?…

Ripetiamo che una crescita sotto al 2% è ancora una decrescita. Perché non crescere di più in tegime di mercato, dopo la Rivoluzione industriale è impossibile. Tranne madornali errori d’impostazione: quelli che si verificano, infatti… Mentre una crescita al di sotto del 4-5% è un arretaree del benessere percepito, perché un piccolo tasso viene assorbitotutto dalla grande economia e dalla stessa finanza (banche). Per intenderci, il beneficio giunge fino a realtà come la GDO (Grande distribuzione organizata), ma non nelle tasche e nella pancia del…cittadino comune. Cioè della tratassata borghesia, piccola, media e grande. Poco che sia, una crescita di valore minimo finisce solo in tasca alla borghesia più alta, alla massima classe padrona…

Ce dire d’altro? Prima chiude bottega questo governo in carica, prima c’è la possibilità di risalire. Tutti sanno che, se si va al voto, ‘saliranno’ quelli che con spregio vengono chiamti ‘sovranisti’. Ma stavolta  più che mai non è questione di parole: come ‘ingiuria’ sovranista è sbagliata: anche qui denuncia l’insipienza di chi la usa negativamente. Sovranismo significa rivendicare il potrere della sovranità. Quella popolare. Ovvio che il popolo non può che esecirtala se non attraverso l’azione della politica. Piaccia o non piaccia…

Scaramacai

 

Be the first to comment on "Addio Conte. Vattene e possibilmente scompari!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*