Hot Topics

Commissariare Palermo: ‘Diventerà Bellissima’ fuori dai denti contro la giunta di Orlando

Uno zoom su Sala delle Lapidi nel corso di un consiglio.
Claudio Violante (Diventerà Bellissima)

Claudio Volante (Diventerà Bellissima)

 

DIVENTERÀ BELLISSIMA: UN COMMISSARIO PER LA CITTÀ DI PALERMO

Adesso c’è chi chiede di commissariare Palermo. La città era stremata già prima del Covid. Le chiusure erano già un triste motivo ricorrente. Con esse l’abbandono delle saracinesche chiuse con …relativa vegetazione spontanea. La viabilità è tale da rendere ardua ogni libera attività. I Tir  percorrono su e giù di continuo le strade cittadine dal porto alla via Belgio nell’attesa di una ‘bretella’ di cui sono pronti progetto e denari da oltre dieci anni… 

Già: quanti palermitani sanno a quanto ammontino le migliaia di tonnellate di merce che transitano da e per i territori agricoli  di Trapani – Marsala e dello stesso hinterland palermitano: il territorio più vitato’ del mondo e produttore di ortaggi, frutta, fragola, per non dire il pesce da Mazara (ed anche da Sciacca). Ma sono migliaia anche le tonnellate di merce d’ogni tipo che giungono per importazione attraversano il cuore di Palermo. la cui realtà urbanistica oggi è peggiore di quella ereditata dai tempi del sacco edilizio. 

Adesso insorgono novità politiche e a scendere in campo sono i rappresentanti di Diventerà Bellissima, il movimento di sostenitori di N. Musumeci fondato alla vigilia delle ultime ‘regionali’, con il motto creato da  Paolo Borsellino…

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato.

 

Alla luce di quanto successo nelle ultime ore in seno alla Giunta di governo di Palermo, ‘Diventerà Bellissima’ ritiene che il danno cagionato a Palermo e ai palermitani, sia già di una tale entità, da risultare impensabile ogni ulteriore forma di continuità di questa sindacatura, tramite accordi, nuove spartizioni di incarichi e poltrone, negoziati tra le forze politiche.

A maggior ragione se dovessero entrare in campo nuove componenti, in “soccorso” dall’opposizione (secondo boatos attendibili) per “tirare a campare” con una sindacatura che ha ridotto la città ai minimi termini di vivibilità e immagine, nonché ridotto all’osso il tessuto imprenditoriale che, in periodo Covid, andava agevolato e non ulteriormente affossato con provvedimenti e proposte surreali. La crescita della città è bloccata da anni, da assessori e dirigenti la cui incompetenza e approssimazione hanno prodotto (o mai risolto) problemi immensi che sono sotto gli occhi di tutti: dai ponti non transitabili, alla pessima gestione dei Servizi Essenziali (RAP, AMAT, SUAP, Cimiteri, Edilizia ed Infrastrutture, Verde Pubblico).

Orlando, il Covid e l mascherina: una telenovela legata alla sua patologica voglia di figurare.

Orlando, il Covid e l mascherina: una telenovela legata alla sua patologica voglia di figurare.

I diversi processi o indagini a carico di dirigenti comunali che hanno visto la luce in questi anni, il rifiuto di prendersi le proprie responsabilità per scelte profondamente sbagliate sulla Mobilità e sui Rifiuti, i continui rimpalli e liti tra assessori e forze politiche di in una maggioranza eterogenea e traballante rimasta in piedi per  il potere e le poltrone, invece che per il bene della nostra città, fanno arrivare ad un’unica conclusione e proposta, chi ha a cuore il bene di Palermo e dei suoi abitanti: il Commissariamento dell’Amministrazione e del Consiglio Comunale, come unico modo per agire con urgenza e determinazionesu tutte le urgenze che questa o qualunque altra “maggioranza” non sarebbe in grado di gestire, né risolvere. Urgenze che da troppo tempo massacrano le vite dei palermitani onesti che hanno solo desiderio di normalità. Una normalità negata per interessi di parte e clientelari, che nulla hanno a che vedere con una visione di progresso della città, tanto decantata nelle campagne elettorali, quanto mai inattuata e disattesa da ogni scelta  – nei nomi e negli atti – da questa Amministrazione. Auspichiamo con urgenza, quindi, la nomina di un Commissario Straordinario che prenda in carico questa surreale situazione e che traghetti la città verso nuove e libere elezioni, che dovranno rifondare profondamente la classe politica ed amministrativa di Palermo. I cittadini palermitani non meritano ulteriori tresche e “accordi” indecenti ai loro danni. Il “modello Draghi” è inapplicabile, peraltro, se non cambia il “Comandante in capo”. Palermo ha bisogno di una svolta, vera e non di ennesime manovre di palazzo”.

Il suddetto auspicio proviene da Claudio Volante, consigliere di diventerà Bellissima Palermo, Tania Pontrelli dirigente regionale, Piera Cordaro dirigente provinciale e Astrid Anselmi attivista cittadina di DB Palermo.

!Tratto da un comunicato. impaginato e commentato da Germano Scargiali)

Be the first to comment on "Commissariare Palermo: ‘Diventerà Bellissima’ fuori dai denti contro la giunta di Orlando"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*