Hot Topics

L’Olmpiade a Tokio per esorcizzare la pandemia

Sfila l'Italia.Sfila l'Italia.

E’ scattato il via della XXXII Olimpiae, orm,ai in corso di svolgimento a Tokyo in Giappone. Tra le 200 nazioni partecipanti anche l’Italia, che alla cerimonia d’apertura ha sfilato in bianco e tricolore con i portabandiera Jessica Rossi ed Elia Viviani.

Per aver detto sì a questa Olimpiade occorre rendere onore al Giappone che ha sfidato la pandemia mandando in porto quello che è un puntuale grande evento di pace e amicizia fra i popoli.Il tutto sia pur con un anno di rtitardo. Di più non si poteveva:sarebbe saltato tutto…

La fiaccola olimpica è arrivata a Tokyo dopo aver attraversato 46 prefetture del Giappone. Impugnata dall’ultimo tedoforo, la fiaccola ha acceso il braciere dello stadio Olimpico nel corso della cerimonia d’apertura dei Giochi. Come sempre, la fiamma rimarrà viva durante tutta la durata delle gare. A causa delle restrizioni anti-Covid i tedofori non hanno sfilato per le vie della città ma si sono passati a vicenda la fiaccola in una cerimonia di fronte alla sede del governo metropolitano.

Splendida la tradizionale cerimonia di apertura, con il solo limite della assenza di pubblico sugli spalti. Ma milioni sono stati incollati – come sempre – alla Tv e anche alla radio.

Uno dei manifesti: lo sport olimpico riunisce tutti i popoli sotto l'unica bandiera a 5 cerchi: simboleggiano i 5 continenti

Uno dei manifesti: lo sport olimpico riunisce tutti i popoli sotto l’unica bandiera a 5 cerchi: simboleggiano i 5 continenti…

L’Italia Team è entrato nello Stadio Olimpico di Tokyo e ha sfilato con in testa i portabandiera Jessica Rossi ed Elia Viviani, visibilmente emozionati e raggianti (in fondo potete vedere il video). Gli atleti italiani, che hanno sventolato quasi tutti un piccolo tricolore, hanno indossato un outfit speciale firmato EA7 Emporio Armani composto da un completo in poliestere tricot shiny riciclato: una scelta green che rispecchia l’impegno ambientalista di Giorgio Armani, molto impegnato sul fronte della sostenibilità. Gli italiani hanno cantato l’inno di Mameli a squarciagola.

In Giappone, tuttavia, i Giochi hanno subito una forte contestazione: della folla si è assiepata fuori lo stadio, nel corso della cerimonia di apertura, formata dai più timorosi del ‘possibile contagio’. Si vede – ovviamente – che in tutti i popoli c’è chi crede nel contagio all’aperto ‘per via aerea’: in particolare che l’untore” si porti appresso ‘una nuvola contagiosa’…

Ma per fortuna la macchina olimipionica va avanti… Tuttavia la contestazione ‘di rito dispiace. E’ un uso, ma contestare Olimpia è troppo… 

La contestazione

Centinaia di persone si sono riversate all’esterno mentre aveva luogo l’inaugurazione per contestare l’inizio della grande rassegna sportiva… Le Olimpiadi 2020, dunque, sono iniziate, dunque, nel segno delle proteste. Un folto gruppo di centinaia di persone si è radunato all’esterno dell’impianto, rigorosamente chiuso al pubblico, per contestare lo svolgimento dei Giochi. Una presa di posizione, in ogni caso, controllata dalla polizia giapponese. Hanno intonato, comunque, cori anche durante la sfilata dei Paesi partecipanti. Non sono mancati cartelloni di protesta con eloquenti richieste: “Cancellate l’Olimpiade di Tokyo“, “No alle Olimpiadi“. Una presa di posizione netta da parte di un folto numero di ‘civili’, certi che il Covid sia la peste del 2000 e che non sia più facile morire entro la settimana di incidente stradale che d’influenza. Già: che importano le statistiche?

Be the first to comment on "L’Olmpiade a Tokio per esorcizzare la pandemia"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*