Hot Topics

Totò Cuffaro al Multisala del Politeama, acclamato da una grande folla di sostenitori, chiude la campagna elettorale per le Regionali siciliane insieme a Renato Schifani

cuffaro download (1)

Un’Isola che torni protagonista, che possa scrollarsi di dosso gli epiteti negativi con cui viene spesso denominata, questo è quello che tanti siciliani chiedono e sperano di ottenere con la prossima legislatura.

L’ex governatore della Sicilia, da sempre circondato dall’affetto dei suoi sostenitori, ha ribadito la sua volontà di riprendere il lavoro proficuo che il suo governo aveva svolto nel primo decennio del duemila. All’epoca, infatti, si era curata la viabilità sia delle grandi arterie autostradali sia di quelle minori, si era dato il via ai termovalorizzatori, risolutivi per il grave problema dei rifiuti, ma queste grandi opere, come del resto tante altre, fondamentali per promuovere lo sviluppo del territorio, furono poi bloccate dal governo nazionale con varie motivazioni di carattere prevalentemente ideologico.

“Ma adesso – ha osservato Cuffaro – che Roberto Gualtieri (PD, sindaco di Roma), ha dichiarato a chiare lettere che pur di dotare in breve tempo la città di Roma di termovalorizzatori, sarebbe disposto a ricorrere persino a mezzi straordinari, sarebbe illogico se il Partito Democratico si opponesse poi alla loro costruzione in Sicilia”.

Per quanto riguarda la mafia, continuando il suo discorso – ha detto anche: “Chi ha guadagnato mantenendo aperte le discariche? A chi è convenuto?” snocciolando delle cifre da capogiro che sono state, poi, pagate, dagli incolpevoli contribuenti.

Tra i punti salienti del programma: ridare libertà ai cittadini dalla mafia, dalla criminalità, dall’oppressione giudiziaria e burocratica, promuovendo il rispetto dei principi fondamentali della Costituzione, rendere i trasporti e gli spostamenti più facili e veloci, favorendo così lo sviluppo industriale, artigianale e turistico, una maggiore attenzione alla scuola, all’educazione nella quale i genitori svolgono un ruolo fondamentale, e alla formazione.

La sanità dovrà garantire cure efficaci a ogni cittadino.

Si tornerà all’istituzione delle provincie, che funzionavano benissimo e la cui cancellazione ha portato tanti danni in vari ambiti, ad esempio, alle strade e alle scuole.

Bisognerà venire incontro ai bisogni delle categorie più deboli, in particolare delle famiglie povere, dei disabili, ma anche degli immigrati, da trattare con umanità ed, infine, degli ex carcerati per i quali deve rendersi attuabile un pieno reinserimento sociale.

Insomma, la politica dovrà ispirarsi in modo concreto ai principi cristiani.

renato schifani

Renato Schifani, invece, nel suo discorso, ha voluto ripercorrere le tappe principali del suo percorso politico, facendo notare come il suo ruolo, sia da capogruppo di Forza Italia sia da presidente del Senato, sia stato sempre improntato all’ascolto e alla condivisione, anche se è stato capace, a volte, di dire dei no, quando lo ha ritenuto necessario. Inoltre, la sua candidatura è stata richiesta con forza dai partiti del centrodestra perché lui non si era autocandidato. Si dice, poi, certo che la concordia non mancherà e si potrà attuare il programma predisposto dalla coalizione che, del resto, corrisponde a ciò che i siciliani massimamente desiderano.

Lydia Gaziano Scargiali

Ed ecco tutti i candidati: PIAZZA Daniela Palermo 18-06-1956 MURATORE Maria Katia Catania 07-11-1979 REALE Angela Catania 02-08-1968 SACCOMANDO Cinzia San Cataldo (CL) 05-09-1971 BULLA Giovanni Adrano (CT) 02-01-1959 GIUFFRE’ Giovanni Carmelo Bernardo detto Ivan Catania 20-08-1976 LIPERA Pietro detto Piero Catania 14-07-1977 MARLETTA Giuseppe Catania 19-07-1968 MESSINA Andrea Barbaro Catania 04-11-1964 ORFANO Giuseppe detto Pippo Orfanello Paternò (CT) 13-03-1960 RAPISARDA Giovanni Marco detto Giovanni Acireale (CT) 04-07-1954 SPINA Angelo Valverde (CT) 04-07-1962 TAGLIAFERRO Carmelo detto Ello Catania 04-11-1950 Lista Regionale collegata: IN SICILIA RENATO SCHIFANI PRESIDENTE

 

Tra i candidati presenti c’è anche Cinzia Saccomando, si occupa di volontariato ed è nel Collegio di Catania

 

Cinzia Saccomando 306764357_469483385194616_7059541736857637936_n

 

“Ho deciso di partecipare a questa competizione elettorale schierandomi con Democrazia Cristiana perché ne condivido i valori fondanti di democrazia e di libertà. Cercherò di rappresentare gli elettori siciliani al meglio delle mie possibilità e per ridare lustro all’amata terra siciliana”.

 

Be the first to comment on "Totò Cuffaro al Multisala del Politeama, acclamato da una grande folla di sostenitori, chiude la campagna elettorale per le Regionali siciliane insieme a Renato Schifani"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*