Hot Topics

Si riunisce a Palermo, presso l’Ibis Style, l’Assemblea della settima zona Fiv

_att6439_1

Ibis Style di Palermo Assemblea Fiv alla presenza del presidente nazionale Francesco Ettorre e Consegna dei premi ai vincitori nelle varie classi di regata

 Ad apertura dei lavori viene consegnata dal presidente zonale, Francesco Zappulla, una targa al presidente nazionale Francesco Ettorre, invitato dal direttivo a presiedere l’assemblea di fine anno della settima zona. Sono presenti il vicepresidente Giuseppe Tisci e i consiglieri: Sergio Petrina, Carmelo Genovese, Alessandro Candela, Antonino Aneri e Maurizio Timineri

Il presidente zonale prende la parola per lodare gli ottimi risultati raggiunti dagli equipaggi della Sicilia nei vari campionati cui hanno partecipato. “Questo è stato un anno particolarmente favorevole alla vela siciliana” ha affermato.

“Ringrazio tutti quelli che hanno collaborato per tale risultato – ha aggiunto Zappulla – dai circoli agli allenatori, a tutto lo staff e, in particolare, i tecnici Ernesto Martinez e Roberto D’Alberti, oltre alla responsabile della comunicazione, Elisabetta Vassallo”. 

Per il presidente nazionale l’ultimo quadriennio è stato ricco di successi e le medaglie olimpiche lo hanno incorniciato. I giovani under21 e under23 sono il frutto dell’ottimo lavoro dei tecnici.

Ma, oltre all’apporto degli allenatori, c’è stato anche l’intervento della Federazione Vela volto a un migliore posizionamento internazionale dell’Italia. Infatti, in passato, vigeva un predominio quasi assoluto degli anglosassoni, predominio che, ora, si è riusciti a superare con una partecipazione alle votazioni del World Sailing che ha seguito nuove strategie. Dando, ad esempio, maggiore spazio ad altri paesi si è ottenuto di contare di più.

Per quanto riguarda la comunicazione, si è dato l’incarico a Fabio Colivicchi, che le darà una nuova impostazione.

Passando al tema delle risorse economiche, il presidente Ettorre si confronterà col nuovo ministro dello sport, Andrea Bodi, che viene dal mondo dello sport ed è persona competente. 

Riguardo al marketing, ci saranno novità perché la società che se ne occupava prima era esterna e, anche se leader del settore, non aveva, però, raggiunto grandi risultati.

Ci saranno, inoltre, contatti con aziende che si occupano di efficientamento energetico e vogliono entrare in contatto con i club. Si prevedono novità per quanto riguarda il lavoro sportivo. Questo va remunerato, ma occorre, anche stare attenti a non perdere i grandi benefici del volontariato che contraddistingue lo sport della vela e consente alla nazione italiana di raggiungere grandi risultati anche con budget piuttosto contenuti.

Circa il credito sportivo va modificata la norma che richiede almeno 7 anni di concessione per potervi accedere. Si potrà, infatti, dimostrare facilmente che gommoni, imbarcazioni, attrezzature varie sono necessarie per praticare lo sport velico, quindi vanno messe a parte, in modo da poter essere finanziate.

La Bolkestein costituisce ancora un grosso problema. La Federazione Vela ha già presentato 5 emendamenti senza successo, ma non sembra corretto che un circolo che pratica attività sportiva sia messo sullo stesso piano di uno stabilimento balneare. Inoltre, la Bolkestein si collega direttamente ai canoni demaniali. Comunque, dal prossimo mese di dicembre partiranno dei webinar per informare sui nuovi statuti e registri.

Si è passati, poi, alla consegna dei premi. In particolare, si è assegnato il premio Miki Guccione a Gabriele Bruni, per il prestigioso risultato raggiunto allenando l’equipaggio formato da Ruggero Tita e Caterina Banti, medaglia d’oro olimpico a Tokyo nei Nacra 17.

Al termine dell’Assemblea abbiamo rivolto un paio di domande al presidente della settima zona, Francesco Zappulla:

Qual è il bilancio dell’anno che sta volgendo al termine?

Risulta certamente molto positivo, non solo per il gran numero di risultati ottenuti dai regatanti siciliani in tutte le classi, ma soprattutto per la doppia vittoria conseguita ai recenti Campionati Italiani delle Classi Olimpiche, con i primi in classifica, di Sofia Giunchiglia e Giulia Schio del Circolo Velico Sferracavallo, tra i 49erF, e di Carmelo Forastieri della Lega Navale Italiana di Palermo, tra gli Hansa.

Possiamo, quindi, affermare che la settima zona, cioè la Sicilia, occupi oggi una posizione di rilievo rispetto ad altre?

Senza dubbio, ma è il frutto del lavoro svolto negli anni passati, nonché dei sacrifici e dell’impegno profusi da circoli, dirigenti, allenatori. Anzi, mi sembra sia da lodare soprattutto l’opera di questi ultimi che sono molto cresciuti da un punto di vista tecnico e hanno, così, potuto raggiungere traguardi prima impensabili.    

Lydia Gaziano Scargiali

foto di Attilio Taranto

_att6503_att6551_att6566

Be the first to comment on "Si riunisce a Palermo, presso l’Ibis Style, l’Assemblea della settima zona Fiv"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*